BLOG MENU:



Post-Punk, -- anni
spritzino di 1978-1984
CHE FACCIO? sintetiche immagini sonore
Sono single

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]


STO LEGGENDO


Joy Division - Unknown Pleasures



The Cure - Pornography



The Fall - Live At The Witch Trials



Colin Newman - A - Z



The Chameleons - Script Of The Bridge



Echo And The Bunnymen – Crocodiles



Death Cult - Death Cult



Clock Dva - Thirst



Siouxsie And The Banshees - The Scream



X-Ray Spex - Germfree Adolescents



The Comsat Angels - Sleep No More



The Cramps - Songs The Lord Taught Us



Patti Smith Group - Radio Ethiopia



Death In June - The Guilty Have No Pride



Urban Verbs - Urban Verbs



Uk Decay - Rrising From The Dread



The Dead Boys - Young Loud & Snotty



Talking Heads - More Songs About Buildings And Food



Bauhaus - In The Flat Field



Generation X - Generation X



Neu! - Neu!



Cocteau Twins - Head Over Heels



Sex Pistols - Never Mind The Bollocks Here’s The Sex Pistos



Artery - The Second Coming



The Residents - Meet The Residents



CCCP - Socialismo E Barbarie



The Stooges – Funhouse



Polyrock - Changing Hearts



Depeche Mode - Some Great Reward


HO VISTO

U2 - Under A Blood Red Sky



Spandau Ballet - Journeys To Glory



Litfiba - Desaparecido



David Bowie - Low



Buzzcoks - Spiral Scratch



Sisters Of Mercy - Some Girls Wander By Mistake



Iggy Pop - Lust For Life



Fehlfarben - Monarchie Und Alltag



Gary Numan - Living Ornaments ’79 And ’80



Siouxsie And The Banshees - Once Upon A Time - The Singles



New York Dolls - New York Dolls



The Stranglers - No More Heroes



Wire - Document And Eyewitness



John Foxx - Metamatic



Alternative TV - Vibing Up The Senile Man (Part One)



D.A.F. - Für Immer



Richard Hell & The Voidoids - Blank Generation



Einstürzende Neubauten - Zeichnungen Des Patienten O.T.



Kraftwerk - Trans Europe Express



Fad Gadget - Incontinent



Cabaret Voltaire - Mix-up



The Residents - Not Available



Josef K - The Only Fun In Town



The Fall - Room To Live



Gary Numan - Telekon



Public Image Ltd. - Metal Box



Devo - Oh No! It’s Devo



This Heat - Deceit


STO ASCOLTANDO

Gang Of Four - Solid Gold



Patti Smith Group- Horses



Soft Cell - This Last Night In Sodom



Swell Maps - A Trip To Marineville



Sad Lovers And Giants - In The Breeze



Simple Minds - New Gold Dream (81-82-83-84)



Duran Duran – Rio



Siouxsie And The Banshees - JuJu



A Certain Ratio - Sextet



The Human League - The Dignity Of Labour Pts. 1 - 4



Cabaret Voltaire - The Crackdown



Virgin Prunes - ...if I Die, I Die



Suicide - Second Album



The Pretenders - Pretenders II



Television - Marquee Moon



Pink Military - Do Animals Believe In God?



Public Image Ltd. - Live In Tokyo



Joy Division - An Ideal For Living



Theatre Of Hate - Westworld



Front 242 - No Comment



The Damned - The Black Album



A Flock Of Seagulls - A Flock Of Seagulls



Japan - Gentlemen Take Polaroids



The Cure - Three Immaginary Boys



Pere Ubu - Dub Housing



Wire – 154



A Certain Ratio - To Each



The Sound - Jeopardy



U2 - War


ABBIGLIAMENTO del GIORNO

Kraftwerk - Autobahn



Factrix - Scheintot



The B-52’s - The B-52’s



The Vibrators - Pure Mania



Orchestral Manoeuvres In The Dark - Organisation



D.A.F. - Gold Und Liebe



Patti Smith Group - Wave



Ultravox - Lament



Japan - Quiet Life



The Clash - Combat Rock



The Pop Group - How Much Longer Do We Tolerate Mass Murder?



Modern English - After The Snow



The Human League - Hysteria



The Glove - Blue Sunshine



The Fall - In A Hole



Killing Joke - Revelations



Buzzcocks - Love Bites



Orange Juice - Rip It Up



Litfiba - 17 Re



Blondie - Autoamerican



Depeche Mode - Speak & Spell



Gary Numan - The Pleasure Principle



Simple Minds - Sons And Fascination



Christian Death - Only Theatre Of Pain



Ramones - Rocket To Russia



Anne Clark - Joined Up Writing



Wall Of Voodoo - Call Of The West



The Human League - Reproduction



Siouxsie And The Banshees - Hyaena


ORA VORREI TANTO...

Dead Can Dance - Spleen And Ideal



In Excelsis - Prey



Pink Industry - Who Told You, You Were Naked?



Tubeway Army - Replicas



The Raincoats - Moving



The Boys Next Door - Door, Door



No New York



Devo - Duty Now For The Future



Fad Gadget - Fireside Favourites



Flipper - Album Generic Flipper



The Psychedelic Furs - The Psychedelic Furs



Uk Decay - For Madmen Only



Cocteau Twins - Garlands



D.A.F. - Die Kleinen Und Die Bösen



Gang Of Four - Entertainment!



Throbbing Gristle - D.o.A. The Third And Final Report



Simple Minds - Real To Real Cacophony



The The - Soul Mining



The Stranglers - Black And White



Ultravox - Ultravox!



Litfiba - Transea



Visage - Visage



Kraftwerk - Computer World



Tuxedomoon - Half Mute



Depeche Mode - Construction Time Again



The Durutti Column - LC



Lydia Lunch - 13.13


STO STUDIANDO...

The Stranglers - Rattus Norvegicus



Blondie - Eat To The Beat



Cocteau Twins - Treasure



Killing Joke - What’s THIS For!



Gang Of Four - Hard



The Stooges - Metallic Ko



Einstürzende Neubauten - Halber Mensch



Simple Minds - Sparkle In The Rain



Visage - Beat Boy



Devo - Freedom Of Choice



The Creatures - Feast



The Human League - Dare!



Bauhaus - Press The Eject And Give Me The Tape



Tubeway Army - Tubeway Army



Siouxsie And The Banshees - Join Hands



The Teardrop Explodes - Wilder



Echo And The Bunnymen - Heaven Up Here



The Clash – The Clash



Magazine - The Correct Use Of Soap



New Order - Power, Corruption And Lies



Pere Ubu - The Art Of Walking



The Fall - Grotesque (After The Gramme)



Wire - Chairs Missing



Delta 5 - See The Whirl



The Names - Swimming



A Flock Of Seagulls - Listen



The Stooges - Raw Power



The Comsat Angels - Land


OGGI IL MIO UMORE E'...

Cabaret Voltaire - The Voice Of America



The Damned - Damned Damned Damned



MX-80 Sound - Out Of Control



Fehlfarben - 33 Tage In Ketten



The Southern Death Cult - The Southern Death Cult



Chrome - Alien Soundtracks



John Foxx - The Garden



The Chameleons - What Does Anything Mean? Basically



Duran Duran - Seven And The Ragged Tiger



And Also The Trees - And Also The Trees



Sex Gang Children - Song And Legend



Scritti Politti - Songs To Remember



The Psychedelic Furs - Mirror Moves



Adam And The Ants - Kings Of The Wild Frontier



The Monochrome Set - Strange Boutique



Alternative TV - The Image Has Cracked



Magazine - Magic, Murder And The Weather



The Stranglers - (The Gospel According To) The Meninblack



Neon - Rituals



The Fall - A Part Of America Therein 1981



Ultravox - Systems Of Romance



Throbbing Gristle - 20 Jazz Funk Greats



Gary Numan - Dance



The Cure - Japanese Whispers



Echo And The Bunnymen - Ocean Rain



Japan - Oil On Canvas



Bauhaus - 1979-1983 Volume One


ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata




(questo BLOG è stato visitato 2446 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



sabato 24 settembre 2011 - ore 13:00


- Soft Cell -
(categoria: " Musica e Canzoni ")




Marc Almond e Dave Ball, studenti d’arte al politecnico di Leeds, nel 1978 cominciano a sperimentare con tastiere e sintetizzatori per un periodo di circa due anni dando vita al duo Soft Cell.



Nel 1980 autoproducendo l’ep Mutant Moments vengono notati nella scena britannica dall’etichetta indipendente Some Bizarre che li fa partecipare con il brano The Girl With The Patent Leather Face all’omonima sua compilation di gruppi emergenti come Depeche Mode e The The.



L’anno successivo, grazie al contratto ottenuto con la Some Bizzarre, il duo pubblica il singolo Memorabilia, il quale ottiene un buon successo nei locali underground di New York che inizieranno ad essere frequentati anche dagli stessi due componenti dei Soft Cell.



Sempre nel 1981 viene pubblicato il singolo cover Tainted Love il quale raggiunge un successo mondiale considerevole soprattutto negli Stati Uniti.



Attraverso le esperienze maturate negli ambienti trasgressivi newyorkesi affiorano gli spunti per il primo lp Non Stop Erotic Cabaret, un manifesto artistico e musicale irresistibile composto da pezzi ballabili e perversi come l’orgiastica Sex Dwarf. Da esso vengono tratti i singoli Bedisitter e Say Hello, Wave Goodbye.



Poco tempo dopo viene pubblicato un ulteriore singolo Torch, mentre la loro casa discografica decide di sfruttare al meglio il successo commerciale in atto facendo uscire il mini lp Non-Stop Ecstatic Dancing, contenente versioni remixate di brani già noti, nonché l’inedita What!.



Nel 1983 viene dato alle stampe il secondo lp The Art Of Falling Apart, lavoro più pesante negli arrangiamenti e meno immediato del precedente album. Da esso vengono tratti i singoli Where The Heart Is e Numbers.



A causa di contrasti tra i Soft Cell e la major discografica che gestisce le uscite per la Some Bizzarre, il duo arriva allo scioglimento nel 1984, non prima di pubblicare il terzo lp This Last Night In Sodom dal quale vengono tratti altri due singoli: Soul Inside e Down In The Subway.



Successivamente sia il cantante Marc Almond che il tastierista Dave Ball intraprendono progetti differenti.

- Sex Dwarf -




COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



domenica 7 agosto 2011 - ore 13:03


- Public Image Ltd. -
(categoria: " Musica e Canzoni ")




Nel 1978, dopo il disfacimento dei Sex Pistols nel tour americano, John Lydon "ex Rotten" abbandona la rabbia dei mesi del punk a favore di sperimentazioni claustrofobiche, dando vita ai P.I.L. assieme a Keith Levene alla chitarra, Jah Wobble al basso e Jim Walker alla batteria.



Il debutto discografico arriva dopo pochi mesi con il singolo Public Image, avvolto in una finta pagina di tabloid e nello stesso periodo esce il primo lp First Issue, dove gli alienati monologhi di Lydon si fanno spazio tra gli ultimi echi di punk e le prime sperimentazioni dub.



Verso la fine del 1979, dopo l’uscita del ballabile singolo Death Disco e dopo il cambio di almeno tre batteristi, viene pubblicato il secondo album denominato Metal Box in quanto formato da tre ep 12’’ contenuti in una scatola circolare metallica.



Successivamente ristampato come normale doppio album per limitare i costi, Second Edition è un disco allucinante e opprimente, dove oltre al poderoso basso e alla chitarra straziante viene introdotto il sintetizzatore e la voce di Lydon si fa funebre ed irriconoscibile.



Dall’album viene tratto il singolo Memories e alla fine di alcune date europee ed americane, sia il nuovo batterista Martin Atkins che il bassista Wobble lasciano i P.I.L.. Durante questo caotico periodo di stallo, verso la fine del 1980, viene pubblicato il live Paris Au Printemps.



L’anno successivo viene chiesto a Martin Atkins di ritornare alla batteria per la lavorazione del terzo lp Flowers Of Romance, preceduto dall’uscita dall’omonimo singolo.



Lo stile musicale cambia nuovamente: la batteria assume il controllo e il suo incedere etnico e tribale lascia spazio solo all’ossessivo canto di Lydon e all’incursione di elettronica sperimentale e di strumenti esotici, creando un insieme sonoro veramente inquietante. Nonostante la difficoltà d’ascolto il disco ottiene un buon successo commerciale e di classifica.



Nei successivi due anni la stasi produttiva viene interrotta solamente dall’uscita, nel 1983, del singolo di gran successo This Is Not A Love Song.



Nello stesso anno, dopo un’altro album dal vivo Live In Tokyo, Keith Levene lascia il gruppo che con il suo abbandono perde il lato avanguardistico.



Nel nuovo lp del 1984 This Is What You Want... This Is What You Get, le sperimentazioni angoscianti degli inizi virano verso un rock decisamente più convenzionale e commerciale e questo cambiamento si consoliderà ancor di più nei lavori successivi.

- Careering -




LEGGI I COMMENTI (15) - PERMALINK



mercoledì 9 marzo 2011 - ore 21:37


- Urban Verbs -
(categoria: " Musica e Canzoni ")




A Washington nel 1977, il cantante Roddy Frantz fratello di Chris Frantz batterista dei Talking Heads, il chitarrista Robert Goldstein, la bassista Linda France, il batterista Danny Frankel e Robin Rose al sintetizzatore, danno vita agli Urban Verbs.



Nei successivi due anni la band si fa notare esibendosi al Club Atlantis, futuro 9:30 Club di Washington e al CBGB’s di New York assieme a Pere Ubu, Cramps e B-52’s finché, nel 1980, viene pubblicato il primo omonimo album Urban Vrebs, disco dissonante e stilisticamente molto vario in cui le linee di sintetizzatore riescono a ricreare il disagio dell’alienazione urbana. Da esso viene tratto il singolo Ring-Ring (My Telephone’s Talking).



Nonostante gli apprezzamenti della critica il gruppo viene ingiustamente accusato di essere troppo simile musicalmente ai Talking Heads. Nello stesso anno il tour americano programmato assieme ai Joy Division viene cancellato a seguito del suicidio di Ian Curtis.



Nel 1981 viene dato alle stampe il secondo Lp Early Damage, su coordinate sonore simili al primo disco ma meno incisivo. Nonostante l’abbandono di Linda France e Robin Rose, il gruppo intraprende un tour negli Stati Uniti e in Italia ma non riesce ad evitare lo scioglimento.

- Next Question -




LEGGI I COMMENTI (4) - PERMALINK



lunedì 7 febbraio 2011 - ore 21:58


- The Danse Society -
(categoria: " Musica e Canzoni ")




Nel 1980 a Barnsley in Inghilterra, dall’unione di due gruppi formatisi l’anno precedente, rispettivamente Y e Lips-X-X, nasce la band Danse Crazy. Nello stesso anno la formazione si assesta con Steve Rawlings alla voce, Paul Nash alla chitarra, Tim Wright al basso, Lyndon Scarfe alle tastiere, Paul Gilmartin alla batteria e muta il nome in Danse Society.



Dopo la partecipazione ad un festival tenutosi a Leeds, assieme a Joy Division, Cabaret Voltaire, A Certain Ratio, OMD, Public Image Limited e Soft Cell, nel 1981 pubblicano il primo singolo Clock con la loro etichetta discografica Society Records.



Tra il 1981 e il 1982 la band riesce a far pubblicare i singoli There Is No Shame In Death, Womans Own, Somewhere, il mini lp Seduction nonché la raccolta The Danse Society.



Il 1983 segna l’uscita del primo album Heaven Is Waiting, musicalmente in linea con le composizioni precedenti fatte di brani oscuri, alcuni di essi decisamente ballabili. Dall’lp vengono tratti i singoli Wake Up, Heaven Is Waiting e la cover di 2,000 Light Years From Home dei Rolling Stones.



Dopo altri singoli di minor successo nel 1986 la band si scioglie e i componenti intraprendono altri progetti.

- The Seduction -




COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



lunedì 17 gennaio 2011 - ore 21:26


- Echo & The Bunnymen -
(categoria: " Musica e Canzoni ")




Nella Liverpool del 1978 Ian McCulloch, dopo aver militato brevemente nei Crucial Three assieme a Julian Cope (Teardrop Explodes) e Pete Wylie (Wah!), forma gli Echo & The Bunnymen con il chitarrista Will Sergeant, Les Pattinson al basso e Pete De Freitas alla batteria che precedentemente era elettronica.



Le prime apparizioni live della band avvengono nel locale attorno al quale ruota tutta la nascente scena underground di Liverpool, ovvero l’Eric’s Club, al quale è legata l’etichetta discografica indipendente Zoo Records.



Nel 1980 il singolo Pictures On My Wall precede l’lp di debutto Crocodiles, album melodico, psichedelico e sapientemente ritmato al tempo stesso. Da esso viene tratto anche il singolo Rescue e successivamente viene pubblicato il singolo Do It Clean.



L’anno successivo, dopo l’ep live Shine So Hard, a precedere l’uscita del secondo album Heaven Up Here è il singolo The Puppet. L’lp si indirizza verso territori oscuri e ipnotici e viene eletto della rivista musicale NME miglior album del 1981. I singoli tratti da esso sono la devastante Over The Wall e A Promise.



Trascinato dai singoli The Back Of Love e The Cutter, il successo commerciale arriva nel 1983 con l’album Porcupine. Composto da eleganti brani pop psichedelici, segna l’ingresso del violino tra la strumentazione. Nello stesso anno viene pubblicato il singolo Never Stop.



Il 1984 segna una svolta semi-acustica. Il quarto album Ocean Rain pur contenendo brani di notevole spessore melodico non riesce ad eguagliare il lavoro precedente tranne che per The Killing Moon, singolo di notevole successo. Oltre ad esso vengono pubblicati anche Silver e Seven Seas.



Successivamente per il gruppo inizia una lungo periodo di decadenza creativa.

- Over The Wall -




COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



lunedì 16 novembre 2009 - ore 21:20


- The Comsat Angels -
(categoria: " Musica e Canzoni ")




A Sheffield, i Radio Earth composti dal cantante e chitarrista Stephen Fellows, dal tastierista Andy Peake, dal bassista Kevin Bacon e dal batterista Mike Glaisher, nel 1978 si ribattezzano The Comsat Angels.



Il debutto discografico avviene nel 1979 con l’ep Red Planet, ma è nell’anno successivo che la band incide il primo lp Waiting For A Miracle, composto da brani spesso deprimenti con sonorità a tratti psichedeliche e a tratti molto oscure. Da esso vengono estratti i singoli Total War e Independence Day.



La promozione dell’album porta ad un’intensa attività live a fianco di altri gruppi britannici, mentre la produzione in studio prosegue con i singoli Eye Of The Lens, (Do The) Empty House e It’s History, successivamente inseriti nella raccolta Enz del 1982.



Le propensioni gotiche fin’ora espresse trovano ancora più spazio nel successivo Sleep No More del 1981, dove il suono si fa più angoscioso e tribale. Nonostante la critica apprezzi l’album le vendite rimangono basse.



Nel 1982 il singolo After The Rain precede l’uscita del terzo lp Fiction, anch’esso di ottimo livello compositivo. Nonostante ciò, il nuovo insuccesso commerciale causa la fine del rapporto con la Polydor.



Il nuovo contratto con la Jive Records porta, nel 1983, alla registrazione di Land. Essendo orientato verso territori pop-commerciali l’impatto emotivo sin ora creato svanisce e con esso il supporto dei vecchi fans.

- Independence Day -




COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



martedì 3 novembre 2009 - ore 20:15


- The Vibrators -
(categoria: " Musica e Canzoni ")




Nella Londra punk del 1976, il cantante e chitarrista Ian "Knox" Carnochan, il bassista Pat Collier, il batterista Eddie Edwards e il chitarrista John Ellis formano i Vibrators.



Dopo la partecipazione al 100 Club Punk Rock Festival e dopo aver fatto da spalla agli Stranglers, il gruppo pubblica i primi due singoli We Vibrate e Pogo Dancing.



Nel 1977 l’attività live continua con un tour nel Regno Unito come supporto a Iggy Pop, al quale partecipa anche David Bowie in qualità di tastierista.



Nello stesso anno, preceduto dal singolo di successo Baby Baby, viene pubblicato il primo album Pure Mania, composto da brani ruvidi ed essenziali come il successivo singolo estratto London Girls.



Nel 1978, Gary Tibbs subentra al basso e l’uscita del singolo Automatic Lover decreta il loro primo vero successo. Nello stesso anno viene pubblicato il secondo lp V2 e il singolo Judy Says (Knock You In The Head).



Dopo altri due singoli e vari avvicendamenti nella formazione, nel 1980 il gruppo si scioglie per poi riformarsi con la line-up originale nel 1982, nell’indifferenza generale.

- Automatic Lover -




COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



giovedì 15 ottobre 2009 - ore 20:59


- The Birthday Party -
(categoria: " Musica e Canzoni ")




Dopo l’esperienza come Boys Next Door conclusasi nel 1979, il cantante Nick Cave, i chitarristi Mick Harvey e Rowland S. Howard, il bassista Tracy Pew e il batterista Phil Calvert cambiano nome in Birthday Party.



Nel 1980 pubblicano l’omonimo lp The Birthday Party dove il suono, all’insegna di una cacofonia travolgente molto vicina alla no wave newyorkese, cambia drasticamente rispetto al precedente progetto.



Dall’album vengono tratti i singoli The Friend Catcher e Mr. Clarinet, quest’ultimo ristampato dall’etichetta inglese 4AD e grazie al successo ottenuto, nello stesso anno, la band si trasferisce da Melbourne a Londra esibendosi in violenti e devastanti live.



Nel 1981, esce il secondo album Prayers On Fire composto da pezzi aspri, indiavolati e abrasivi come il singolo estratto Nick The Stripper. La voce cavernosa di Nick Cave si fa delirante, mischiata alla chitarra metallica di Harvey e al basso devastante di Pew.



L’anno successivo, l’aggravarsi dei problemi legati alla tossicodipendenza fa si che i componenti della band tornino a Melbourne e si rinchiudano in se stessi dando vita ad un album ancora più oscuro e caotico.



Preceduto dal singolo Release The Bats e dal live Drunk On The Pope’s Blood diviso a metà con Lydia Lunch, nel 1982 viene quindi pubblicato l’lp Junkyard contenente il singolo Dead Joe.



Nel 1983 il gruppo si trasferisce a Berlino e pubblica prima l’ep The Bad Seed e poi, con la nuova etichetta Mute, l’ep Mutiny. Entrambi i lavori risultano estremi ma in tono minore che in precedenza.



Nel frattempo i problemi con la droga aumentano a tal punto che i soldi anticipati dalla Mute vengono quasi tutti spesi in eroina e verso la fine dell’anno la band si scioglie dividendosi in due parti.



Mick Harvey collaborerà sia con Rowland S. Howard formano i Crime & The City Solution, che con i Bed Seeds di Nick Cave e Blixa Bargeld proveniente dagli Einstürzende Neubauten. Nel 1984, l’lp From Her To Eternity proseguirà da dove i Birthday Party avevano terminato.

- Nick The Stripper -




COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



sabato 10 ottobre 2009 - ore 14:09


- The Contortions -
(categoria: " Musica e Canzoni ")




Nella New York No Wave del 1977, il sassofonista James Chance forma i Contortions assieme al batterista Don Christensen, all’organista Adele Bertei, al bassista George Scott e ai chitarristi Pat Place e Jody Harris.



Nel 1979, dopo essere apparsi nella compilation No New York assieme a Teenage Jesus & The Jerks, Mars e DNA, la band pubblica il primo album Buy, ovvero una fusione tra funky-soul e free jazz con l’asprezza esecutiva tipica del punk.



Dopo le registrazioni Live Aux Bains Douches del 1980 e Live In New York del 1981, il leader del gruppo James Chance si dedica ad altri progetti paralleli con diverse formazioni.

- Dish It Out -




COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK




> > > MESSAGGI PRECEDENTI
Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:



Joy Division – Closer



Sisters Of Mercy - First And Last And Always



The Cure - Seventeen Seconds



Modern English - Mesh And Lace



Japan - Tin Drum



Diaframma – Siberia



The Stooges - The Stooges



The Pretenders - The Pretenders



Siouxsie And The Banshees - A Kiss In The Dreamhouse



Bauhaus – Mask



The Residents - The Third Reich ’N’ Roll



The Clash - London Calling



Fad Gadget - Under The Flag



Christian Death - Deathwish



Killing Joke - Killing Joke



Litfiba – Guerra



Dead Can Dance - Dead Can Dance



The Danse Society - Seduction



Kraftwerk – Radioactivity



Simple Minds - Empires And Dance



John Foxx - The Golden Section



The Fall - Hex Enduction Hour



Patti Smith Group – Easter



Duran Duran - Duran Duran



Buzzcocks - Singles Going Steady



Suicide – Suicide



New Order – Movement



The Associates - The Affectionate Punch



Siouxsie And The Banshees – Kaleidoscope



Sad Lovers And Giants - Feeding The Flame



Iggy Pop - The Idiot



The Pop Group – Y



The Birthday Party - Prayers On Fire



Generation X - Kiss Me Deadly



Ultravox - Ha! Ha! Ha!



The Fall - Dragnet



Pere Ubu - Song Of The Bailing Man



The Clash - Sandinista!



Anne Clark - Changing Places



Neu! - Neu! 75



Theatre Of Hate - He Who Dares Wins



Soft Cell - Non-Stop Erotic Cabaret



The Cure – Faith



Blondie - Blondie



The Danse Society - Heaven Is Waiting



David Bowie – Heroes



The Sound - From The Lions Mouth



Wall Of Vodoo - Dark Continent



Sisters Of Mercy - The Reptile House



The Vibrators - V2



The Comsat Angels - Waiting For A Miracle



Death Cult - Ghost Dance



Orchestral Manoeuvres In The Dark - Dazzle Ships



Visage - The Anvil



The Stranglers – IV / The Raven



CCCP - Affinita’ E Divergenze Fra Noi E Il Compagno Togliatti…



Magazine - Real Life



Public Image Ltd. - First Issue



The Raincoats - Odyshape



Sad Lovers And Giants - Epic Garden Music



Christian Death - Catastrophe Ballet



U2 – October



Chrome - Half Machine Lip Moves



Section 25 - From The Hip



Virgin Prunes - Heresie



The Teardrop Explodes – Kilimanjaro



Ultravox - Rage In Eden



Public Image Ltd. - Paris Au Printemps



The Damned - Music For Pleasure



Blondie - Parallel Lines



D.A.F. - Alles Ist Gut



Sex Gang Children - Beasts



Talking Heads - Talking Heads 77



CCCP - Ortodossia II



Soft Cell - Mutant Moments E.P.



Johnny Thunders & The Heartbreakers - L.A.M.F.



The Feelies - Crazy Rhythms



Ramones – Ramones



Uk Decay - The Black 45



The Associates - Sulk



Pere Ubu - The Modern Dance



The Cramps - Psychedelic Jungle



Bauhaus - Burning From The Inside



Wire - Pink Flag



Depeche Mode - A Broken Frame



The Psychedelic Furs - Talk Talk Talk



Siouxsie And The Banshees - Nocturne



The Monochrome Set - Love Zombies



MC5 - Kick Out The Jams



Devo – Q: Are We Not Men? A: We Are Devo!



Christian Death - Ashes



The Birthday Party – Junkyard



Public Image Ltd. - Flowers Of Romance



U2 - Boy



Talking Heads - Remain In Light



Chrome - The Visitation




Ultravox - Vienna



The Fall - 77 Early Years 79



Urban Verbs - Early Damage



The Slits - Cut



Magazine - Secondhand Daylight



Cabaret Voltaire - Red Mecca



David Bowie – Lodger



The Pop Group - We Are Time



Ramones - Leave Home



Orchestral Manoeuvres In The Dark - Orchestral Manoeuvres In The Dark



Buzzcocks - Another Music In A Different Kitchen



Kraftwerk - The Man Machine



Fad Gadget – Gag



The Cure - The Top



Japan - Adolescent Sex



Section 25 - Always Now



Depeche Mode - The Singles 81-85



Television – Adventure



Talking Heads - Fear Of Music



Death In June - Burial



Polyrock - Polyrock



Echo And The Bunnymen - Porcupine



The Residents - Commercial Album



The Cure - Boys Don’t Cry



Gaznevada - Sick Soundtrack



U2 - Three



Ultravox – Quartet



Buzzcoks - A Different Kind Of Tension



Virgin Prunes - A New Form Of Beauty Parts 1-4



The Psychedelic Furs - Forever Now



Clock Dva - Advantage



Throbbing Gristle - The Second Annual Report



The Clash - Give ’em Enough Rope



The Human League - Travelogue



The Residents – Eskimo



Gang Of Four - Songs Of The Free



Generation X - Valley Of The Dolls



Joy Division - Still



The Durutti Column - The Return Of The Durutti Column



The Fall - Perverted By Language



Simple Minds - Life In A Day



The Adverts - Crossing The Red Sea With The Adverts



Soft Cell - The Art Of Falling Apart



Duran Duran - Arena



Modern English - Ricochet Days



Litfiba - Eneide Di Krypton



The Sound - All Fall Down



Blondie - Plastic Letters



Magazine - Play



Fehlfarben - Glut Und Asche



The Birthday Party - The Birthday Party



Matt Johnson - Burning Blue Soul



Einstürzende Neubauten - Kollaps



Front 242 - Geography



Richard Hell & The Voidoids - Destiny Street



Japan - Obscure Alternatives



The Mekons - The Quality Of Mercy Is Not Strnen



Anne Clark - The Sitting Room



Thomas Leer & Robert Rental - The Bridge



Factrix - California Babylon



Killing Joke - Fire Dances



The Fall - Totale’s Turns (It’s Now Or Never)



MX-80 Sound - Hard Attack



Orchestral Manoeuvres In The Dark - Architecture & Morality



Adam And The Ants - Dirk Wears White Sox



Devo - New Traditionalists



Pere Ubu - New Picnic Time



The Comsat Angels - Fiction



Lydia Lunch - Queen Of Siam



The Pretenders - Learning To Crawl



D.A.F. - Ein Produkt Der Deutsch-Amerikanischen Freundschaf



The Birthday Party - Mutiny



Neu! - Neu! 2



The Damned - Machine Gun Etiquette



The Contortions - Buy



I’m So Hollow – Emotion/Sound/Motion



Neon - Tapes Of Darkness



The Raincoats - The Raincoats



Swell Maps - Jane From Occupied Europe



Public Image Ltd. - This Is What You Want… This Is What You Get



A Certain Ratio - I’d Like To See You Again



Flipper - Gone Fishin’



The B-52’s - Wild Planet



Frigidaire Tango - The Cock



Pink Industry - Low Technology



The Birthday Party - The Bad Seed



This Heat - This Heat



Tubeway Army - The Plan



Throbbing Gristle - Heathen Earth



Cabaret Voltaire - Live At The Y.M.C.A. 27.10.79



The Fall - The Wonderful And Frightening World Of The Fall



Modern Eon - Fiction Tales



The Dead Boys - We Have Come For Your Children



Orange Juice - You Can’t Hide Your Love Forever



Artery - One Afternoon In a Hot Air Balloon



The Stranglers - La Folie



Tuxedomoon – Desire



Simple Minds - Sister Feelings Call



Clan Of Xymox - Clan Of Xymox



Bauhaus - 1979-1983 Volume Two


BOOKMARKS


Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!

UTENTI ONLINE:



NOVEMBRE 2019
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30