BLOG MENU:


Amarcord, 26 anni
spritzino di pd
CHE FACCIO? Non è da questo che si giudica una persona!
Sono single

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]



Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


STO LEGGENDO


Estensione del dominio e della lotta_Michel Houellebecq


A me le guardie!_Terry Pratchett



HO VISTO



STO ASCOLTANDO



ABBIGLIAMENTO del GIORNO
























ORA VORREI TANTO...



STO STUDIANDO...



OGGI IL MIO UMORE E'...





ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata


BLOG che SEGUO:




BOOKMARKS


Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!


UTENTI ONLINE:




(questo BLOG è stato visitato 656 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]

OTTOBRE 2019
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31


{Un vincente trova sempre una strada, un perdente trova sempre una scusa}
-Lao Tzu-







domenica 11 marzo 2012 - ore 12:55



(categoria: " Vita Quotidiana ")


quando bevo vedo tutti belli. uomini, donne, belli tutti. com’è?

è che sono belli e li vedi così perchè l’alcool ti toglie, oltre al ritegno, anche mille prevenzioni di sorta oppure è che hai completamente le percezioni a puttane e proveresti ammore anche per gollum? mah.

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



lunedì 20 febbraio 2012 - ore 00:26



(categoria: " Vita Quotidiana ")



{you give love a bad name}


COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



lunedì 13 febbraio 2012 - ore 00:22



(categoria: " Vita Quotidiana ")



Tanta buona volontà. Tanta pazienza e aprirsi alla possibilità che le persone possono effettivamente essere cambiate nel corso degli anni. E non ci si può precludere a priori la possibilità di dar loro l’occasione di dimostrarcelo.

Non è facile


LEGGI I COMMENTI (2) - PERMALINK



sabato 11 febbraio 2012 - ore 17:49



(categoria: " Vita Quotidiana ")


Penso a chi ha 17 anni. Non mi sembra un gap così grande eppure, mi soffermo e sono quasi 10 anni. Che è un lasso di tempo notevole. In 10 anni puoi fare di tutto, diventare di tutto, mettere al mondo un figlio, girare il mondo, diventare dottore magistrale per ben due volte..10 anni è davvero tanto. Ed io faccio una fatica infinita a rendermene conto.



COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



lunedì 6 febbraio 2012 - ore 22:15



(categoria: " Vita Quotidiana ")


Di cose schifo ne ho mangiate che mi bastano per almeno i 5 anni a venire. Overdose di cibo schifo. Ma è tanto buono *.*

Esame registrato, grande soddisfazione e la tensione comincia a calare..una delle sensazioni più belle è quella che ti prende subito dopo che il prof ti ha riconsegnato il libretto dopo aver scritto voto e firmato. La giornata sembra migliore, e ti senti più ottimista e fiducioso che mai.

Meno di dieci minuti e già stavo pensando al prossimo esame. Enjoy XD

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



martedì 31 gennaio 2012 - ore 23:44



(categoria: " Vita Quotidiana ")



Ah! che fine settimana impegnativo che mi aspetta. Piena di mondanità. Leggi : cibo bueo ed alcool. Ma..Ma....ma...io al massimo un’insalatina ed acqua di rubinetto. Asasasa Ci vogliamo credere? Diciamo di sì. Certo che..insalatina fa triste anche solo a dirsi. E’ che non posso mangiare nulla che poi mi vada ad irritare lo stomaco. niente di troppo difficile da digerire. Ma vuoi mettere un hot dog con senape e cipolle? oppure un fritto misto, od una di quelle splendide bruschette belle cariche di pomodoro pancetta e schifi vari che fanno lì? Con una birra alla spina, di quelle fruttate, amare e fruttate, un’anima nera, magari un cocktail..mmmh...

Fino a venerdì c’è tempo per concordare una tregua col mio stomaco..anche perchè, a forza di brodini, pasta in bianco e cibo che sa di ospedale, io ne avrei anche le palle piene Voglio cibo schifo unto e pieno di colesterolo ^^

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



lunedì 30 gennaio 2012 - ore 23:53



(categoria: " Vita Quotidiana ")



Aria di cambiamenti. Io ci provo a vivere il quotidiano con un’altra persona, ma presto o tardi, all’improvviso, torna quella smania di insoddisfazione.

Ed ogni volta mi ripeto che sarebbe bene io saturassi o perlomeno rendessi non dico felice, ma almeno serena e stabile la mia di vita prima di andare ad intromettermi in quella di qualcun altro.


LEGGI I COMMENTI (1) - PERMALINK



martedì 24 gennaio 2012 - ore 22:47



(categoria: " Vita Quotidiana ")


Oggi giornata in blue.

Devo dire che diffidavo dei jeans comprati da H&M, e non nego che ancora temo che i due paia di pantaloni neri prima o poi mi si scucino all’improvviso lasciandomi nel più imbarazzante degli imbarazzi, ma almeno per quanto riguarda questo paio di jeans devo proprio dire che vale molto ma molto più di quanto l’ho pagato.

..quei due neri invece...non lo so, ho come l’impressione che prima o poi mi lasceranno per strada.

Il tessuto è buono, sono le cuciture ad essere debolucce. Ma diamogli una possibilità...mal che vada torno a casa con una chiappa od un lembo di coscia al vento, che vuoi che sia!

Maglia blue, di H&M anche questa. 4 piccoli bottoni sulla nuca, ed un tessuto così morbido, di quelli belli che fanno effetto nido. E mi ha portato fortuna nell’esame sostenuto ieri

Ed anche questo è andato..che gran sollievo! Uno in meno sul groppone.

A 28 anni chissà dove sarò, non in italia, questo è certo, ma veramente se uno non si laurea entro i 28 è uno sfigato? mi viene da ridere...se solo fossero elencabili i casi della vita che portano a fare certe scelte piuttosto che altre..

Provaci tu, a lavorare e studiare in contemporanea. E ritrovarti ad invidiare chi può farsi un percorso universitario lineare, pulito, dove non devi fare altro che essere uno studente.

Ma anche in quel caso....chi sei tu per permetterti di dire che chi non fa il percorso nei tempi stabiliti è un povero inetto sfigato?

Ho imparato a non sputare in cielo, perchè gli ostacoli che ti si possono parare davanti sono potenzialmente così tanti ed inaspettatii che da un mese all’altro ti va a puttane tutta la pianificazione fatta.

Solo...appunto, mai sputare in cielo.

E, preferibilmente, evitare di giudicare con superficialità.


LEGGI I COMMENTI (3) - PERMALINK



sabato 14 gennaio 2012 - ore 20:05



(categoria: " Vita Quotidiana ")


Ma tu, come la prepari la carbonara?



Ho scoperto la pancetta a 23 anni, quando un amico mi ha introdotto al magico mondo del porco a cubetti preparandomi la mia prima carbonara.
Fin’ora l’ho vista fare, e quindi l’ho imparata a fare, in una sola maniera, ma a quanto pare la si fa un po’ tutti in maniera diversa..

Io la faccio così :

- spaghetti
- pancetta affumicata
- parmiggiano grana grattuggiato
- pepe q.b
- sale q.b
- uova (1 a persona)

Nella pentola metto a bollire l’acqua e nel frattempo faccio saltare la pancetta in pentola. In una ciotola sbatto le uova, aggiungo il grana, sistemo di sale, sistemo di pepe e lascio da parte.

Quando l’acqua bolle metto il sale, aspetto che riprenda il bollore e calo gli spaghetti. Quando la pancetta è ben cotta, spengo il fuoco.

Spaghetti pronti, li scolo e metto a spadellare nella padella con fuoco acceso, e mentre spadello verso il contenuto della ciotola e giro e rigiro gli spaghetti finchè luovo non è cotto. Spengo fiamma e impiatto.

Ho assaggiato anche la versione in cui nella ciotola con le uova sbattute viene aggiunta la panna da cucina, ma mi è sembrata un po’ una forzatura.

Girando nel web, mi sono resa conto che i cuochi considerano un vero e proprio stupro versare l’uovo quando la pasta è in pentola che spadella assieme alla pancetta col fuoco acceso, perchè si viene a creare l’effetto frittatina che a quanto pare nella vera carbonara non c’è.
Il loro metodo, invece, prevede che una volta cotta la pancetta, questa vada a mescolarsi nel contenitore dove sono state sbattute le uova, di cui oltretutto sono un tot numero di tuorli ed un diverso numero di albumi, che si amalgami il tutto e che gli si versino sopra gli spaghetti una volta scolati ma con un po’ della loro acqua di cottura. Si mescola il tutto, ed è con il calore stesso degli spaghetti che l’uovo comincia un po’ a rapprendersi, ma a quanto pare resta un po’ liquidino, ed è l’idea dell’uovo liquido non completamente cotto che a me fa un po’ specie..

Dovrò provare


LEGGI I COMMENTI (6) - PERMALINK



sabato 14 gennaio 2012 - ore 18:28



(categoria: " Vita Quotidiana ")


°° AVVERTENZA: E’ un post inutile °°


Confesso che la mia idea di smalto rosso ha un chè di utopico..

Mi spiego :
vedo smalto rosso su tizia e dico "Ah! è proprio quello che cercavo!", idem su caia, sempronia e potrei citare tutto il femminile delll’elenco telefonico patavino. Ma anche nazionale, per come stan le cose. Ed anche estero, forse è un azzardo ma mi sa che anche lì la vedrei nella stessa maniera.

Insomma : ci fosse una, e dico una volta che vado in profumeria decisa a comprarmi uno stracazzissimo smalto rosso, e dico rosso, non rosso sangue, non rosso sbilenco (bello ma le tonalità del rosso sbilenco non sono il rosso che cerco), bensì il rosso che ho visto su tizia, caia, sempronia e non lo trovo.

Oppure, una volta che tizia mi ha dato la marca ed il numero del suo smalto, ed io tutta fiduciosa vado e lo compro, quando torno a casa e lo provo ecco che mi rendo conto che non è il rosso che volevo.

Ma a riguardo ho una mia teoria: ho la latente convinzione che in determinati contesti la scelta altrui possa essere sempre migliore di quella che farei io.
Quindi, quando vedo lo smalto sulle unghie di tizia, e mi dico che è esattamente quello che cercavo, in realtà diventa esattamente quello che cercavo per il solo fatto che non è quello che ho io.

Sta di fatto che ho lasciato da parte da un bel po’ la ricerca del mio smalto rosso perfetto, ed ho puntato su colori completamente diversi.

Non ne ho molti, ma ho quelli giusti per poter fare dei contrasti interessanti coi colori dei vestiti.

---- Ma qui siamo già drammaticamente precipitati un un loop di discorsi terrificantemente femminei, me ne rendo conto. Potrei chiedere scusa al lettore ma sai che ti dico..che in fondo senti eh son problematiche anche queste. Agli ultimi ultimissimi posti nella qualsivoglia graduatoria ma insomma, il fatto di avere un cervello che va a mille (hhahhahha) non mi preclude la possibilità di avere le unghie colorate e nemmeno mi impedisce di sprecare minuti della mia vita a scrivere un inutilissimo post senza capo nè coda (..e meno male cha va a mille! figurati come saremmo messi se fosse andato solo a 20...) ----


***


Zona reclami:

- denim blue
{ smalto blue sto par di palle..io insisto cercando di convincermi che questo denim blue sia effettivamente blue, ma dalla regia mi sputtanano asserendo che sia viola. viola scuro ma viola. Ma c’è scritto o no blue sulla confezione? ok, associato alla parola denim, ma c’è pur sempre un blue! o no? }

- anthracite stiletto
{ è stata una buona scelta. Anche se, per essere pignoli, alla prima passata sembra acquoso, troppo liquido e con un colore che non potrà mai diventare quello che vedi attravereso il vetro della boccettina, e invece, una volta sciutto, fai seconda passata e puoi rimandare la sacra famiglia nel posto da cui poco prima l’avevi tirata giù in malo modo}

- beige
{ se dici beige, mi aspetto beige, non beige brillantinato...lo voglio fangoso e terroso, non sbrilluccicoso chè mi fa tanto twilight}

- moon grey
{ ti fa pensare ad un grigio quasi perlato, delicato e, come dice il nome, lunare. Ed invece...sembra tanto un lilla chiaro. Usabile, certo, ma non se vuoi un grigio lunare... L’ho soprannominato ’grigio prurito’, perchè non è nè lilla nè grigio, una via di mezzo che non capisci cosìè, ed il non capire, a me, fa venire prurito}



COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK




> > > MESSAGGI PRECEDENTI