BLOG MENU:
STO LEGGENDO

Chuck Palahniuk - Rabbia

HO VISTO


-il mar dei Caraibi
-il mio gatto Bana mangiare la pizza
-le tartarughe marine
-l’arcobaleno dopo la pioggia
-l’autostrada per 9 ore

STO ASCOLTANDO

Divenire - Ludovico Einaudi

ABBIGLIAMENTO del GIORNO

camicia da notte!


ORA VORREI TANTO...

tornare in puglia

STO STUDIANDO...

-come mantenere lo stesso umore nell’arco di una giornata
-come sconfiggere l’insicurezza
-come insegnare al mio gatto a ballare
-cose che voi umani non potreste mai capire
-come rilassarmi al meglio


OGGI IL MIO UMORE E'...

-altalenante caleidoscopico
-sereno variabile
-curioso spaparanzoso



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


1) I rimpianti
2) Dimenticare

MERAVIGLIE


1) Sentire che per qualcuno tu conti davvero
2) RICORDARSI DI NON DIMENTICARE
3) Dormire la mattina
4) Imboressarsi fino alle lacrime senza un motivo!!
5) Vivere l'emozione dei 20 mimuti prima di partire per un viaggio che attendevi da tanto tempo


Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:


Bini BlindZoom Milisteppy bensina BOPPE il_ciak colpoz zoppelli chanel schizzo7 u a l e

BOOKMARKS


Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!

UTENTI ONLINE:



ADEDE
Percorso # 1



Percorso # 2



’Nella mia giovinezza ho navigato
lungo le coste dalmate. Isolotti
a fior d’onda emergevano, ove raro
un uccello sostava intento a prede,
coperti d’alghe, scivolosi, al sole
belli come smeraldi. Quando l’alta
marea e la notte li annullava, vele
sottovento sbandavano più al largo,
per fuggirne l’insidia. Oggi il mio regno
è quella terra di nessuno. Il porto
accende ad altri i suoi lumi; me al largo
sospinge ancora il non domato spirito,
e della vita il doloroso amore.’

Ulisse - U.Saba

Conosco i cieli che esplodono in lampi, e le trombe
e le risacche e le correnti: conosco la sera
e l’Alba esaltata come uno stormo di colombe,
e talvolta ho visto ciò che l’uomo crede di vedere!

A.Rimbaud - Le bateau ivre (Il battello ebbro)

I ricordi veramente belli continuano a vivere e a splendere per sempre, pulsando dolorosamente insieme al tempo che passa.

Banana Yoshimoto

All that no-one sees,
You see,
What’s inside of me,
Every nerve that hurts,
You heal,
Deep inside of me, oo-oohh,
You don’t have to speak,
I feel.

Emotional landscapes,
They puzzle me - confuse,
Then the riddle gets solved,
And you push me up to this

’State of emergency,
How beautiful to be,
State of emergency,
Is where I want to be.’

Bjork



(questo BLOG è stato visitato 4879 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



mercoledì 31 dicembre 2008 - ore 14:41


Happy new year!
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Eccoci arrivati al 31 dicembre 2008. Un 2008 pieno zeppo di novità...ma il 2009 come sarà?! Lo sapremo solo fra quasi un anno esatto. E speriamo che gli auguri per il nuovo anno servano a qualcosa perchè ho tanta voglia di mille altre belle novità. Sicuramente la cosa più bella arriverà a Aprile...e non vedo l’ora... E allora auguro a tutti che le vostre più felici aspettative si realizzino. E metteteci tutto il cuore per raggiungere l’obiettivo. Lo sforzo sarà riconosciuto, in un modo o nell’altro.


Buon anno a tutti...





All this feels strange and untrue
And I won’t waste a minute without you
My bones ache my skin feels cold
And I’m getting so tired and so old
The anger swells in my guts
And I won’t feel these slices and cuts
I want so much to open your eyes
Cause I need you to look into mine

Tell me that you’ll open your eyes
Tell me that you’ll open your eyes
Tell me that you’ll open your eyes
Tell me that you’ll open your eyes

Get up get out get away from these liars
Cause they don’t get your soul or your fire
Take my hand knot your fingers trough mine
And we’ll walk from this dark room for the last time
Every minute from this minute now
We can do what we like anywhere
I want so much to open your eyes
Cause I need you to look into mine

Tell me that you’ll open your eyes
Tell me that you’ll open your eyes
Tell me that you’ll open your eyes
Tell me that you’ll open your eyes
Tell me that you’ll open your eyes
Tell me that you’ll open your eyes
Tell me that you’ll open your eyes
Tell me that you’ll open your eyes

All this feels strange and untrue
And I won’t waste a minute without you

(Snow Patrol - Open Your Eyes)

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



mercoledì 29 ottobre 2008 - ore 23:25


Delirio di una notte di inizio autunno
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Vorrei che fosse sabato pomeriggio, oppure un lunedì mattina di ferie. Invece è un mercoledì sera e sto crollando di sonno alle 23.20. Meglio non provocarmi troppo nello stare alzata o domattina sono a k.o.

Vorrei che ci fosse il sole, oppure che per lo meno ci fosse un clima estivo. Invece è autunno, un maledettissimo autunno piovoso anche se non ancora freddo.

Vorrei avere il naso a una temperatura decente. Invece è ghiacciato nonostante i piedi non siano del tutto freddi (non chiedetemi perchè ma la temperatura del mio naso e dei miei piedi sono collegate). Adesso mi infilo sotto il piumone e faccio uscire solo gli occhi così il naso torna normale.

Morale del post: non sempre si ha quello che si vuole, ma il tempo è una ruota che gira. Nel frattempo, è molto utile lamentarsi.


Buona notte principi del Maine, re della nuova Inghilterra!


LEGGI I COMMENTI (2) - PERMALINK



venerdì 17 ottobre 2008 - ore 21:08


?
(categoria: " Vita Quotidiana ")


My tea’s gone cold, I’m wondering why
I got out of bed at all
The morning rain clouds up my window
and I can’t see at all
And even if I could it’d all be grey,
but your picture on my wall
It reminds me that it’s not so bad,
it’s not so bad


COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



lunedì 13 ottobre 2008 - ore 22:42


Chi muore (Ode alla vita)
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine,

ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,

chi non cambia la marca, chi non rischia e cambia colore dei vestiti.

Lentamente muore chi fa della televisione il suo guru.

Muore lentamente chi evita una passione,

chi preferisce il nero su bianco

e i puntini sulle "i"

piuttosto che un insieme di emozioni,

proprio quelle che fanno brillare gli occhi,

quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso,

quelle che fanno battere il cuore davanti all’errore e ai sentimenti.

lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul lavoro,

chi non rischia la certezza per l’incertezza per inseguire un sogno,

chi non si permette almeno una volta nella vita

di fuggire ai consigli sensati.

Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta

musica,

chi non trova grazia in sé stesso.

Muore lentamente chi distrugge l’amor proprio, chi non si lascia aiutare.

Muore lentamente chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna

o della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,

chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,

chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi,

ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo

di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.

Soltanto l’ardente pazienza

porterà al raggiungimento di una splendida felicità.

...

Solamente la ardiente paciencia hará que conquistemos una espléndida felicidad.

Pablo Neruda





LEGGI I COMMENTI (1) - PERMALINK



sabato 11 ottobre 2008 - ore 21:20


C’mon c’mon c’mon c’mon (2)
(categoria: " Vita Quotidiana ")






I need you to come on, come on, come on, come on, and take it...
Take another little piece of my heart now, baby!



COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



mercoledì 8 ottobre 2008 - ore 20:56


C’mon c’mon c’mon c’mon
(categoria: " Vita Quotidiana ")






C’mon, c’mon, c’mon, c’mon now
Touch me, babe.
Can’t you see that I am not afraid.
What was that promise that you made.
Why won’t you tell me what she said.
What was that promise that you made.

Now I’m gonna love you
Till the heavens stop the rain.
I’m gonna love you
Till the stars fall from the sky
For you and I.

E dopo il momento mistico...devo dire la mia sul film-musical in voga al momento, ’Mamma mia!’...beh dico solo una cosa: certo, è un musical, e può stancare fin dalla prima canzone, che inizia subito dopo i loghi delle case cinematografiche (un pò prestino eheh), però è un film carino, divertente e gli attori sono molto bravi. Grandissima la bella Meryl Streep. e’ brava proprio in tutte le salse. Le canzoni poi sono veramente mitiche perchè basate su quelle degli Abba. Sebbene il Ceco mi avesse intimorito al pomeriggio dicendomi: ’Mi hanno detto che poi non riesci più a toglierti la musica degli Abba dalla testa!!’ io sono andata al cinema lo stesso. Risultato: sono contenta di esserci stata anche se la trama del film non è chissà quale cosa. Il film è comunque frizzantino e spensierato, e per quanto riguarda le canzoni, non sono riuscite a lobotomizzarmi. Al limite mi è restato in testa per qualche ora il motivetto di ’Dancing queen’. Poco male, perchè quella canzone mi piace tanto, anche se ha più di trentanni e non è di certo un genere che prediligo.

...You are the dancing queen, young and sweet, only seventeen
Dancing queen, feel the beat from the tambourine
You can dance, you can jive, having the time of your life
See that girl, watch that scene, dig in the dancing queen...





e adesso vi contagio col motivetto. Dai, già vi vedo agitare le vostra braccine e il sederino imitando tipici passi anni ’70. Vero Ceco??

Missione compiuta. Ahahahahah (risata malefica)

Buona notte principi del Maine, re della Nuova Inghilterra!

Besos

LEGGI I COMMENTI (4) - PERMALINK



lunedì 6 ottobre 2008 - ore 15:04


Thank you autumn
(categoria: " Vita Quotidiana ")


E’ arrivato, purtroppo e finalmente, l’autunno...col suo freddo, le sue foglie ingiallite che svolazzano in aria e sulle strade, la voglia di riscaldamento a palla, di thè coi biscotti, di calzini pesanti. Voglio conformarmi anch’io alle stagioni, in tutto e per tutto. Voglio essere l’autunno.





How ’bout getting off of these antibiotics
How ’bout stopping eating when I’m filled up
How ’bout them transparent dangling carrots
How ’bout that ever elusive kudo
Thank you India
Thank you terror
Thank you disillusionment
Thank you frailty
Thank you consequence
Thank you thank you silence
How ’bout how good it feels to finally forgive you
How ’bout grieving it all one at a time
Thank you India
Thank you terror
Thank you disillusionment
Thank you frailty
Thank you consequence
Thank you thank you silence
The moment I let go of it was
The moment I got more than I could handle
The moment I jumped off of it was
The moment I touched down
How ’bout unabashedly bawling your eyes out
How ’bout not equating death with stopping
Thank you India
Thank you providence
Thank you disillusionment
Thank you nothingness
Thank you clarity
Thank you thank you silence


LEGGI I COMMENTI (2) - PERMALINK



giovedì 24 luglio 2008 - ore 18:25


Exploration
(categoria: " Vita Quotidiana ")


’We shall not cease from exploration, and the end of all our exploring will be to arrive where we started and know the place for the first time’

T.S. Eliot







I wanna tell you
I’ve always wanted to tell you
But I never had the chance to say
What I feel in my heart from the beginning til my dying day

Cat Power

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



lunedì 14 luglio 2008 - ore 22:13


Io ero qui
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Mi pizzico e sento che sono qui. Passo le mie giornate tra casa, lavoro e casa, e proseguo il tutto condendomi di serate piacevolmente estive. Sono effettivamente, materialmente, fisicamente qui.
A tutti i presenti leggenti grandi menti volevo dire...in realtà io non sono qui. Vi ho abbandonato mentalmente, misticamente, psicologicamente. Sto cercando di sopravvivere alla voglia di vacanza, di mare e di relax. Come tutto l’anno d’altronde ...anche se forse da maggio in poi la faccenda si fa sempre più complessa...
Quest’anno pare si andrà in Puglia Puglia Puglia (dove la notte è buia, buia, buia) e non vedo l’ora di visitare questa splendida regione che i più hanno definito semplicemente meravigliosa. Il mare nelle foto su Internet lascia senza fiato e spero di non deludere le mie aspettative.
Memore del motto ’i pesci sono amici, non cibo’ passerò la mia settimana vacanziera a fare amicizia con gli abitanti del mare (come in Egitto dove mi innamorai delle tartarughe). In più completerò per la prima volta nella mia vita tutta la settimana enigmistica. Non contenta, imparerò a memoria ben dieci canzoni a caso di Caparezza (in onore del cantante pugliese) e mangerò la mozzarella stracciatella (che non è mozzarella col pepe, bensì molti lo pensino).

Ora cuccatevi ’Vieni a ballare in Puglia’ e andate a ballare dove vi pare nel frattempo...

Buona notte principi del Maine, re della nuova Inghilterra!





W Albano!eheheh



COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



sabato 12 luglio 2008 - ore 21:00


Il cielo in una stanza
(categoria: " Vita Quotidiana ")






COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK




> > > MESSAGGI PRECEDENTI


Adede, 24 anni
spritzina di Padova
CHE FACCIO? conto e cammino
Sono sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]
DICEMBRE 2019
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31