Spritz.it - Stalida's HOME - BLOG DIRECTORY - IL TUO BLOG - Segnala qs BLOG




NICK: Stalida
SESSO: w
ETA': xx
CITTA': Taormina
COSA COMBINO: promozione turistica... online
STATUS: sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[PROFILONE COMPLETO]

[ SCRIVIMI ]



STO LEGGENDO


HO VISTO
Oltre la maschera che mostri al mondo


STO ASCOLTANDO
Le mie sensazioni


ABBIGLIAMENTO
del GIORNO


ORA VORREI TANTO...


IN QS PERIODO STO STUDIANDO...
Il diario di bordo...


OGGI IL MIO UMORE E'...
Non pervenuto


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...




PARANOIE
1)
2)

 


MERAVIGLIE

1)
2)
3)
4)





“Non mi scoraggio perché ogni tentativo sbagliato scartato è un altro passo avanti.

(questo BLOG è stato visitato 2459 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite,


ULTIMI 10 messaggi
(per leggere i precedenti naviga attraverso il calendarietto qui a destra:
i giorni linkati sono quelli che contengono interventi )


martedì 13 marzo 2007
ore 12:15
(categoria: "Vita Quotidiana")



Più dei tramonti, più del volo di un uccello,
la cosa meravigliosa in assoluto
è una donna in rinascita.
Quando si rimette in piedi
dopo la catastrofe, dopo la caduta. Che uno dice: è finita.
No, non è mai finita per una donna.
Una donna si rialza sempre,
anche quando non ci crede, anche se non vuole.

Non parlo solo dei dolori immensi,
di quelle ferite da mina anti-uomo
che ti fa la morte o la malattia.

Parlo di te, che questo periodo non finisce più,
che ti stai giocando l’esistenza
in un lavoro difficile, che ogni mattina è un esame,
peggio che a scuola.

Te, implacabile arbitro di te stessa,
che da come il tuo capo ti guarderà
deciderai se sei all’altezza o se ti devi condannare.

Così ogni giorno,
e questo noviziato non finisce mai.
E sei tu che lo fai durare.

Oppure parlo di te,
che hai paura anche solo di dormirci, con un uomo;
che sei terrorizzata che una storia ti tolga
l’aria, che non flirti con nessuno perché
hai il terrore che qualcuno s’infiltri nella tua vita.
Peggio: se ci rimani presa in mezzo tu,
poi soffri come un cane.

Sei stanca: c’è sempre qualcuno con cui ti devi
giustificare, che ti vuole cambiare,
o che devi cambiare tu
per tenertelo stretto.

Così ti stai coltivando la solitudine dentro casa.

Eppure te la racconti, te lo dici anche quando
parli con le altre: "Io sto bene così. Sto bene così, sto meglio così".

E il cielo si abbassa di un altro palmo.

Oppure con quel ragazzo ci sei andata a vivere,
ci hai abitato Natale e Pasqua.
In quell’uomo ci hai buttato dentro l’anima
ed è passato tanto tempo,
e ne hai buttata talmente tanta di anima,
che un giorno cominci a cercarti
dentro lo specchio perché non sai più chi sei diventata.

Comunque sia andata, ora sei qui
e so che c’è stato un momento che hai guardato giù
e avevi i piedi nel cemento.

Dovunque fossi, ci stavi stretta:
nella tua storia, nel tuo lavoro, nella tua solitudine.
Ed è stata crisi, e hai pianto.
Dio quanto piangete!
Avete una sorgente d’acqua nello stomaco.

Hai pianto mentre camminavi in una strada
affollata, alla fermata della metro, sul motorino.
Così, improvvisamente. Non potevi trattenerlo.

E quella notte che hai preso la macchina
e hai guidato per ore, perché l’aria buia
ti asciugasse le guance?

E poi hai scavato, hai parlato,
quanto parlate, ragazze! Lacrime e parole.
Per capire, per tirare fuori una radice lunga
sei metri che dia un senso al tuo dolore.

"Perché faccio così? Com’è che ripeto sempre
lo stesso schema? Sono forse pazza?"
Se lo sono chiesto tutte.

E allora vai giù con la ruspa
dentro alla tua storia, a due, a quattro mani,
e saltano fuori migliaia di tasselli.
Un puzzle inestricabile.
Ecco, è qui che inizia tutto. Non lo sapevi?

E’ da quel grande fegato
che ti ci vuole per guardarti così, scomposta
in mille coriandoli, che ricomincerai.

Perché una donna ricomincia comunque,
ha dentro un istinto che la trascinerà sempre avanti.

Ti servirà una strategia, dovrai inventarti
una nuova forma per la tua nuova te.

Perché ti è toccato di conoscerti di nuovo,
di presentarti a te stessa.
Non puoi più essere quella di prima.
Prima della ruspa.

Non ti entusiasma? Ti avvincerà lentamente.
Innamorarsi di nuovo di se stessi,
o farlo per la prima volta, è come un diesel.
Parte piano, bisogna insistere.
Ma quando va, va in corsa.

E’ un’avventura, ricostruire se stesse. La più grande.

Non importa da dove cominci, se dalla casa,
dal colore delle tende
o dal taglio di capelli.

Vi ho sempre adorato, donne in rinascita,
per questo meraviglioso modo di gridare
al mondo "sono nuova" con una gonna a fiori
o con un fresco ricciolo biondo.
Perché tutti devono capire e vedere:
"Attenti: il cantiere è aperto,
stiamo lavorando anche per voi.

Ma soprattutto per noi stesse".

Più delle albe, più del sole,
una donna in rinascita è la più grande meraviglia.
Per chi la incontra e per se stessa.

È la primavera a novembre.

Quando meno te l’aspetti.



COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

venerdì 23 giugno 2006
ore 09:15
(categoria: "Vita Quotidiana")





COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

venerdì 23 giugno 2006
ore 08:54
(categoria: "Riflessioni")


Il momento dell’aurora
Un rabbino riunì i suoi allievi e domandò loro:
"Come possiamo conoscere il momento preciso in cui finisce la notte e comincia il giorno?"
"Quando a una certa distanza, siamo in grado di distinguere una pecora da un cane" disse un ragazzino.
"In verità si può affermare che è ormai giorno quando, a una certa distanza,
siamo in grado di distinguere un olivo da un fico" replicò un altro allievo.
"Non sono soluzioni particolarmente convincenti."
"Qual è la risposta giusta allora?" domandarono tutti.
E il rabbino disse: "Quando si avvicina uno straniero e noi lo confondiamo con un nostro fratello, ponendo fine a ogni conflitto.
Ecco, questo è il momento in cui finisce la notte e comincia il giorno"
(Shimon Peres)


COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

mercoledì 1 febbraio 2006
ore 12:58
(categoria: "Vita Quotidiana")



Essere donna è un compito difficile:
consiste nell’avere a che fare con gli uomini.


COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

venerdì 13 gennaio 2006
ore 12:56
(categoria: "Riflessioni")


Alcune verità
Non siamo mai troppo distanti
da coloro che odiamo.
Dunque, per lo stesso motivo,
potremmo credere che non saremo mai
assolutamente vicini a coloro che amiamo.
Ma ci sono verità che meritano la nostra attenzione
e altre con le quali è inutile stabilire un dialogo.



COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

martedì 10 gennaio 2006
ore 18:48
(categoria: "Vita Quotidiana")


Come fosse addio
L’amore non è un mazzo di rose rosse
coronato di spine
che mi getti contro ad ogni sguardo.
Le tue parole sono sparse
nell’aria sporca che respiro,
mentre tento di sentirne il peso sul cuore.
Le tue mani non stringono abbastanza
mentre lentamente scivolo via da qui
senza alcuna resistenza,
senza seppellire la mia vita
in questa tomba di parole.


COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

venerdì 9 dicembre 2005
ore 11:23
(categoria: "Vita Quotidiana")



Menta e liquirizia.
Tralicci di sogni si stringono sui miei polsi e a stento trattengo le mani che corrono a cercare il tuo domani.
Come una vela senza vento è il tuo sentimento.
E la mia zattera va alla deriva.
Non posso neppure naufragare.
Tu sei il mare.
Posso solo affondare.
Ci sono le stelle dentro le nuvole sempre.
Non te lo dimenticare.
Sono un’esperta escursionista dell’amore io.
E se le parole sono cappi.
Le emozioni sono i suoi lacci.
Che tristezza mio tesoro.
Hai abbandonato il molo.
Porto sicuro e caldo.
In cambio di cosa, d’altro?.
Sei pirata e timoniere .
E della tua vita vuoi godere.
Ma quanta poesia è rimasta.
Nell’acqua del tuo mare.
Si confonde il male.
La tristezza si bagna .
Ed è salata questa lagna.
Ma ci sono le stelle?.
Nel buio della sera.
Sono nastri dorati i tuoi silenzi.
Posati sugli occhi.
E non ti vedo e non mi tocchi.

(Gabriella Delizzos)


COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

venerdì 9 dicembre 2005
ore 10:35
(categoria: "Vita Quotidiana")



Io dico di no quando tutti gli altri, in coro, dicono di si.
Questo è il mio impegno!


COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

venerdì 9 dicembre 2005
ore 10:15
(categoria: "Vita Quotidiana")





COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

martedì 22 novembre 2005
ore 10:16
(categoria: "Fotografia e arte..")




Stalida


COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG


> > > MESSAGGI PRECEDENTI
MARZO 2020
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31

RICERCA:
Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


BLOG che SEGUO:

Davidoff CHICCO// OVETTO biagione raggioverde skrotty SixtyNine XENA


BOOKMARKS

Castelmola

(da Viaggi e Turismo / Mare )

Taormina Travel Guide

(da Viaggi e Turismo / Riviste e Guide )

Tradizioni in tavola

(da Tempo Libero / Ricette e Gastronomia )

L'isola nel cielo

(da Viaggi e Turismo / Mare )

UTENTI ONLINE: