Spritz.it - Spruatz's HOME - BLOG DIRECTORY - IL TUO BLOG - Segnala qs BLOG




NICK: Spruatz
SESSO: m
ETA': 34
CITTA': Padova
COSA COMBINO: Inventore...
STATUS: sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[PROFILONE COMPLETO]

[ SCRIVIMI ]



STO LEGGENDO


HO VISTO


STO ASCOLTANDO


ABBIGLIAMENTO
del GIORNO

tipo Nordest Cowboy (questa la capisce solo Kiyoaki... e invece l'ha capita anche momo)


ORA VORREI TANTO...


IN QS PERIODO STO STUDIANDO...


OGGI IL MIO UMORE E'...
yepaaaahhhhh!


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...


ORA VORREI TANTO...




PARANOIE
1)

 


MERAVIGLIE

1)





“Per appuntamenti, rivolgersi al mio segretario:


Benvenuti!


(questo BLOG è stato visitato 9648 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite,


ULTIMI 10 messaggi
(per leggere i precedenti naviga attraverso il calendarietto qui a destra:
i giorni linkati sono quelli che contengono interventi )


martedì 19 aprile 2005
ore 12:31
(categoria: "Vita Quotidiana")


Getto l'ancora
Se c'è qualche pazzo che vorrà seguire le mie vicissitudini, lascio il link della mia nuova casetta. Qualcuno è già passato a salutarmi. Fate come foste a casa vostra, vi aspetto con piacere! Ciao

LINK


LEGGI I COMMENTI (5) - SEGNALA questo BLOG

venerdì 15 aprile 2005
ore 09:14
(categoria: "Vita Quotidiana")


Arrivederci



Bene, è giunto il momento di cambiare aria. Spritz è sempre troppo lento e snervante e poi non è più divertente come una volta. Avete mai visto il programma di Raitre, Sfide? Fanno spesso vedere dei vecchi campioni di calcio. Io resto affascinato dalle persone che popolavano la tribuna. Tutti in giacca e cravatta, cappello, con questo portamento sempre molto elegante. Avete visto cos’è il calcio oggi? L’avete visto? Domenica e martedì sono stati un esempio di ciò che il calcio è diventato per colpa del dio denaro e dell’ignoranza sempre più diffusa nelle persone. Avete visto cos’è Spritz oggi? Sempre più deficienti s’iscrivono a questa community che mi ha divertito tantissimo e che mi ha fatto conoscere delle bellissime persone. Ma quando penso alla saga di Tosta, tanto per fare un esempio, mi viene il vomito. Cambio aria, vado dove tutto è più piccolo e spero più civile. Se volete sapete dove trovarmi, non è difficile, c’è chi lo ha già fatto con molto piacere. Io leggerò sempre di voi perché sono curioso di natura, perché mi fate sorridere, perché ci tengo, perché mi piace, perché sento che a qualcuno voglio pure bene, perché molti di voi mi vogliono bene e perché non posso non leggere chi ci mette l’anima in quello che scrive. Ciao gente, per ora chiudo qui ma del doman non v’è certezza.


LEGGI I COMMENTI (10) - SEGNALA questo BLOG

venerdì 1 aprile 2005
ore 11:07
(categoria: "Vita Quotidiana")


A modo mio



Giovanni Paolo II: "Io mi preoccupo quando tutti pensano alla mia salute. Da Cristiano so infatti bene che qualcuno mi amerà e qualcun altro mi odierà, ma in queste circostanze proprio non mi accorgerei. Perciò vi dico, pensate meno alla mia salute e alla mia persona e coltivate la contraddizione come fonte di fede". Buon viaggio, Papje!


LEGGI I COMMENTI (9) - SEGNALA questo BLOG

giovedì 31 marzo 2005
ore 15:24
(categoria: "Vita Quotidiana")


Nausea...


Dieci minuti fa un operaio si è sentito male ed ha leggiadremente sparso tutto il pranzo sopra il banco da lavoro. Come nelle migliori famiglie c’è stata una reazione a catena neanche fossimo ad una sfida di Big Domino Rally. Ha iniziato la più giovane, scena mitica con sboccata in corsa verso i cessi. Poi la sua collega un po’ più anziana che si è limitata ad un angolo. Il ragazzotto di Casablanca abituato a molto peggio, soccorreva a destra e a manca i suoi compagni in difficoltà il tutto sotto lo sguardo del serafico nigeriano di Lagos che osservava questo delirio nella più totale indifferenza. Che macello!
Per fortuna ero lì solo di passaggio altrimenti avrei dato anch’io il contributo alla società. In certi casi sono molto solidale.


COMMENTA (0 commenti presenti) - SEGNALA questo BLOG

martedì 29 marzo 2005
ore 16:36
(categoria: "Vita Quotidiana")


Ho voglia!

È un periodo di tante voglie. Ho voglia di caldo, di sole, di mare, di barca a vela, di ridere come un pazzo, di ascoltare sempre buona musica, del nuovo disco degli Afterhours, di quello di Giulio Casale (tutti dovrebbero ascoltare Giulio Casale), di togliermi Silvio e la sua ghenga dalle palle, di rinnovamento, di ritornare a sperare, di accelerare su quella manopola del gas, di curvare mille volte, di stendermi su un prato d’erba, di leggere un libro fenomenale, di un paio di scarpe come dico io, di una giacca elegante come dico io, di abbronzarmi, di fare la asana del loto senza lacrimare, di suonare dal vivo Would? degli Alice in Chains, di cantare come Layne Staley, di avere il coraggio di scegliere senza far soffrire, di provare emozioni senza rimorso, di parlare chiaramente, di andare in India, di tornare a pregare senza la coda di paglia, di parlare con una persona che mi è irrimediabilmente distante, di sentirmi dire “ho fatto la più grande cazzata della mia vita”, di un trattamento ayurvedico al mese, di dimagrire senza sacrificio, di correre senza perdere il fiato, di non avere più il mal di testa, di tornare a lavorare divertendomi… forse chiedo troppo… però se affronto una cosa alla volta magari ci riesco.


LEGGI I COMMENTI (13) - SEGNALA questo BLOG

martedì 29 marzo 2005
ore 09:50
(categoria: "Vita Quotidiana")


Un lungo ponte


Bellissimo il concerto degli Afterhours di giovedì scorso. Convengo col Wis che un’ora e mezza è veramente poca per un gruppo col loro repertorio però le nuove canzoni mi sono già entrate dentro e non vedo l’ora di mettere le mani sul nuovo disco. Memorabile il download tra Neus e la mestrina con tanto di fogliettini svolazzanti tra l’una e l’altra in perfetto stile Microsoft. Venerdì ero in ferie e me la sono goduta al massimo. Ho camminato da solo tutto il pomeriggio per il centro di Padova e poi mi sono fatto il classico sprizzetto in compagnia di una bella donna. Poi alle nove di sera in compagnia di Toto, il Doc e la mestrina siamo partiti per Torino per una Pasqua memorabile. Peccato solo che il tempo non fosse dei migliori ma Torino non delude mai le attese. Bei palazzi, bei locali e soprattutto bella compagnia. Difficile divertirsi più di così.

Ho mangiato in uno dei locali di Chiambretti dove fanno la vera pizza napoletana, bella alta e gorda. Che dire? Una vera prelibatezza! Ieri per fortuna il tempo era splendido e sono riuscito a mantenere la tradizione che mi vede al capezzale di una griglia con tante bronse sotto che la surriscaldano e sopra dell’ottima carne da cuocere. Forse ho mangiato un po’ troppo… ma altrimenti che Puatz sarei?
Non avevo nemmeno l’uovo da aprire perché nessuno me l’aveva regalato. Ma non ci ho dato peso anche perché con l’uovo ho il dente avvelenato da quell’anno in cui lo aprii e ci trovai dentro un bellissimo pettine in legno decorato, una vera e propria presa per il culo per un pelato come me… Suvvia un po’ di delicatezza nello scegliere i regali da inserire!
Dimenticavo! Si vocifera che sabato, durante la partita Italia-Scozia a San Siro, sia stata fermata dai celerini una ragazza bionda platino col capello corto corto mentre scavalcava le reti di recinzione del campo con l’intenzione di fare un flashing dal centrocampo in eurovisione. Peccato, sarei schiattato dal ridere se ci fosse riuscita. Sarà per domani direttamente dallo Stadio Euganeo di Padova. Buona settimana corta a tutti, nella speranza che finisca presto.


LEGGI I COMMENTI (6) - SEGNALA questo BLOG

lunedì 21 marzo 2005
ore 14:55
(categoria: "Vita Quotidiana")


Fà la cosa giusta!

Per scanociare una tipa in abiti succinti e con due argomenti di discussione molto validi, sabato in Autogrill ho rovesciato in terra il vassoio con scodella, piatto e bicchiere… per fortuna avevo già finito di mangiare… bel figuròn de merda, anche perché ho rovesciato il tutto quasi sulle scarpe di un anziano signore che sicuramente sofferente di angina pectoris, stava per avere un coccolone e finire la sua vita nell’autostrada A4. Ma si sa che la vita l’è putana. E’ iniziato così il mio weekend meneghino. Milano non mi è mai piaciuta e continuerà a non piacermi. La qualità di vita dei suoi abitanti è nettamente sotto tutte le mie prospettive. E’ vero, ci sono dei negozi e dei locali da panico, cose che noi non vedremo mai, però ne faccio volentieri a meno. Ma ci sono anche dei controsensi incredibili tipo, prendete un locale come lo Chevalier, fatelo diventare un brunch bar, fatelo frequentare da gente famosa e poi pagherete una quarantina di euro per un cheeseburger con patatine, frittata e una birra media. Tutto questo è il Dixieland…
Ho convenuto con Toto che probabilmente La Paz è più bella e più pulita.
Per il resto la fiera a cui sono andato è stata molto interessante, tutta incentrata sul mercato equo solidale, sulle energie alternative, su tessuti naturali, alimenti biologici, arte, riciclaggio, viaggi. Insomma, tutto lo scibile di un altro mercato possibile. Possibile dicono loro, secondo me ci sono troppi interessi sotto, anche da parte di chi promuove queste alternative. E’ sempre un problema dover spendere il doppio per fare la spesa nei negozi bio e soprattutto fidarsi ciecamente di ciò che raccontano. Purtroppo non ho soldi da buttare e anch’io a fine mese devo farmi i conti in tasca. Io vivo nell’utopia e spero di svegliarmi il prima possibile. Però…

P.S. state per convertirmi all’ipod


LEGGI I COMMENTI (11) - SEGNALA questo BLOG

venerdì 18 marzo 2005
ore 10:23
(categoria: "Vita Quotidiana")


Credono che io sia ricco...

Mi è arrivato un avviso per ritirare una raccomandata in posta. Ogni volta che ricevo queste cose mi viene un coccolone e penso subito alle multe. Per fortuna non era così. In compenso sono titolare di una carta di credito in più. Della serie: ho quattro soldi in croce, un bancomat e ben tre carte di credito. Se volete favorire… al massimo posso fare lo sborone mostrandole a destra e a manca. Sono anche esteticamente belline. Le userò il prossimo inverno per togliere il ghiaccio dal parabrezza.
L’altro ieri sono andato da MediaWorld per comprare la custodia della mia nuovissima macchina digitale. Lo so che non devo entrare in quei posti perché comprerei di tutto. A parte che per comprare da MediaWorld devi avere la pazienza di un monaco tibetano intento a disegnare un mandala, perché ora che trovi il commesso del reparto, che sia libero, che capisca la tua esigenza, che connetta le sinapsi cerebrali per non venderti pane fresco al posto di un televisore, credo farei in tempo a trapiantarmi i capelli come Silvio e vederli già lunghi e vaporosi come quelli di Cocciante. Tant’è… ad ogni modo ho girato per gli scaffali con la bocca aperta anche se le mie finanze dotate di tre carte di credito non mi hanno permesso l’acquisto di nessun gioiello. Però mi sono innamorato del lettore mp3 della Creative, lo Zen Micro. Lo trovo più bello addirittura dell’I-Pod.

Poi ho spulciato i dvd e non mi sono potuto esimere dall’acquisto di due capolavori. Il primo è Moulin Rouge che merita soprattutto per la colonna sonora geniale e studiata alla perfezione. Poi Nicole Kidman ha sempre un suo perché… Il secondo è un mio personalissimo cult-movie (secondo solo a Vacanze di Natale) ed è Marrakech Express di Salvatores, film che ho visto cinquantasette volte e se lo vedo per un’altra ventina credo batterò il record di momo nella visione di Almost Famous (o era Alta Fedeltà? non ricordo di preciso).
Stasera cena internazionale con Toto, una ragazza di berlino, una slovacca di origine ungherese e forse la Frenci in crisi mistica (si dice così quando una ha perso la testa?).
E domani si va a Milano per un weekend che ho paura al solo pensiero.
Notizia dell’ultima ora: non so come, non so quando, però pare che il Puatz sia stato ufficialmente invitato a casa di Vanessa Kelly per una cena australiana. Io finché non lo vedo con le gambe sotto la tavola e sofferente di un cronico priapismo, non gli credo.
Ma se il Puatz avesse una fugace avventura con Vanessa Kelly, commetterebbe tradimento? E quando gli ricapita? Vorrei vedere la mestrina nella stessa situazione con Damon Albarn o Jude Law…
Domanda che mi frulla in testa “I DJ che cos'hanno a che fare col rock?"
Ho l’impressione che il mio blog su spritz sia in fase di esaurimento. E’ un’idea, una voglia, ma l’ipotesi è che emigrerà da un’altra parte. Chi avrà voglia di seguirlo lo potrà fare tranquillamente, non c’è nulla di che preoccuparsi. Inoltre leggerò sempre e costantemente le vostre vite e le vostre vicissitudini su questo sito. Il Puatz ha detto di aver bisogno di aria nuova, un po’ come andare in montagna e sentire un’aria diversa, più vera è più stimolante. Magari poi non lo porterò, però l’idea si sta insinuando, non lo metto in dubbio.
Ciao, ciao.


LEGGI I COMMENTI (20) - SEGNALA questo BLOG

mercoledì 16 marzo 2005
ore 12:07
(categoria: "Vita Quotidiana")


Quello che le mamme ci dicono


M’è arrivata questa simpatica mail. A me personalmente queste cose sono state dette, ridette e stradette!


No so? no xe na risposta.

Co te gavarè un fioeo, te capirè!

Te capirè pi vanti.

Mi no me so mai anoià aea to eta?

Àea to età gavevo xa un lavoro pa conto mio.

Àea to età saltavo i fossi par longo.

Assa stare eà coa del can!

Co te o ghe roto te si contento!!!

Te me ringrassiarè par kuesto.

Cossa te insegnei scuoea?

Ma eà maestra, no te ga da gnente da fare par casa?

Se te ghe mae pa no ndare scuoea, te ghe mae anca pa no ndare fora xogare.

Va fora xogare che xe na bea jornada.

Va in leto che te ghe sono.

Varda che no xe sempre domenega.

Vuto farme diventare mata?

Cossa te gavevo dito mi?

Co te rivi te me fe un ciamo che stago trankuìa.

Gheto schei in scarsèa?

Gheto tolto su e ciàve?

Varda non perdare e ciàve!

Sito rivà?

No te o compro gnanca se te parli in greco.

Pensito che mi fabbrica schei de note?

Pensito che sto qua sia un albergo?

Rispondame co te parlo.

Sara eà porta, sito nato in barca?

No sta sbatare eà porta.

No sta usare chel tono co mi, gheto capio?

No sta vardare eà teevision massa da vissin.

No te ghe gnente de meio da fare che cincionare co i videogiochi?

No stame domandare parchè: eà risposta xe no!

Gheto xa eà moroseta?

Co chi veto via?

Se i te dixe butate in canae, ti te butito?

Me o ga dito un oxeéto

Sito sordo o feto finta ?

El leto xe fato pa dormire, no pa saltare.

Fin che te si cuà, te fe come che digo mi.

Domanda sempre par piasere.

Meti e man sol manubrio che te te rompi eà testa.

Meti eà roba al so posto cussì teà cati.

No me interessa chi che ga scumissià, go dito de moearghe.

Mi te go messo al mondo e mi te elimino.

No sta fare che vegna eà.

Conto fin al tre?

Varda che ciamo to pare.

Che a mona de to mare, che pò sarìa mi.


Quanti ricordi! Quante incazzature! Però mi mancano tanto quegli anni…


LEGGI I COMMENTI (6) - SEGNALA questo BLOG

martedì 15 marzo 2005
ore 16:48
(categoria: "Vita Quotidiana")


Non svegliare l'orso che dorme!



Che figata le giornate di sole. Che figata tirare fuori la moto e non perdere più la vita nel traffico. Che figata non dover più battere come folpi gli zingarelli che ti vogliono lavare il vetro nonostante tu gli maledici sette generazioni passate e future nel mentre che loro stanno per appoggiare la spugna sul parabrezza. O non doversi più preoccupare a straziarsi il cuore per quel povero storpio che caracolla sulla stampella per poi vedersi miracolato e correre come una gazzella per non perdere l’autobus. Che la Madonna si sia incarnata in un autobus dell’APS? Misteri della fede.
Bello tutto ciò. Peccato che poi la mestrina ne approfitti e prenda in prestito la mia macchina senza dirmi nulla e poi, non più di dieci minuti fa mi telefona dicendo Ascolta, ho preso in prestito la tua macchina, però all’uscita di una rotonda ha iniziato a fare toc, toc, toc, toc, come se qualcosa toccasse sull’asfalto intanto mi preparo già al peggio, tipo ha preso sotto un cane e lo sta trasportando per Padova mi sono fermata subito, ma non era la marmitta è vero, poteva essere la marmitta, che stupido che sono, ma allora cos’è? c’è una cosa che penzola sul davanti, dev’essersi staccata sta roba che non so cos’è staccata si dev’essere staccata per forza, non è che mi diverto ad appendere le robe sotto l’auto… allora con molta calma le chiedo sei andata sopra il marciapiede? La rotonda l’hai fatta in maniera convenzionale o sei andata per la via più breve? e lei no, no, no, no, non ho fatto niente di strano si vabbé, il tuo strano mi ha fatto perdere i capelli… ma adesso sei per strada con il pezzo che penzola? e lei no, sono già arrivata a casa e io ma come hai fatto? e lei col fare più normale che possa esistere semplice! Le ho dato uno strappo e ho tolto via sta roba che non serviva a niente! o porca troia! Ma come non serviva a niente? Non ti viene in mente che se l’hanno messa servirà pure a qualcosa? C’è qualcuno che conosce l’aramaico antico per poter bestemmiare in maniera più elitaria???


LEGGI I COMMENTI (5) - SEGNALA questo BLOG


> > > MESSAGGI PRECEDENTI
OTTOBRE 2019
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

RICERCA:
Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


BLOG che SEGUO:

sgnaruz Kiyoaki malice Neus MOKI sbe rizzaud Guglielmo Vampina luce.. badgoddess RED76 Irenita momo Silent EmmaBovary Wis OrchiDea77 blondy RELLO lucadido randal shaula gambit Insidia Mist


BOOKMARKS

Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!

UTENTI ONLINE: