BLOG MENU:



Sharmel, 23 anni
spritzina di Padova
CHE FACCIO? ...cerco di rendere felice una persona
Sono sistemato

utente certificato [ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]


STO LEGGENDO

IO TI...

Com’è irrimediabilmente cambiata la mia vita..(l’ho presa da blow..scusa tesoro ma ci stava una meraviglia) con te..tutto quello che faccio ora ha un senso, uno scopo, un motivo per essere fatta..si già..perchè oramai tutte le cose che mi riguardano..ti riguardano!!
Pochi giorni e sentire tanto da una persona no..non lo pensavo possibile...ma tu sei così speciale, unica, solare, simpatica ed ai miei occhi così perfetta!!

Tu sei tutto quello che una donna dovrebbe essere!!!!

Sono molto più bravo a dirle certe cose che a scriverle lo so..ma ci provo lo stesso tanto so che tu mi perdoni se magari sbaglio qualche congiuntivo..

Amore mio..come sempre ho rovinato tutto..ti ho appena detto che ti sto scrivendo un post privato..che coglione!! Vorrei non metterlo..ma so che se lo faccio ma ammazzi quindi ormai te lo metto lo stesso...poi chissà un giorno quando accenderai il pc te ne troverai un altro molto più bello!!!!

Io non voglio farti spaventare amore ma io provo qualcosa di più di tutte le parole belle e veramente sentite che ti ho detto..il cuore sta impazzendo, sbraitando...vorrebbe urlarlo al mondo intero..
"La mia unica forza è la grande voglia di amare" e la persona giusta con cui poterlo fare io l’ho trovata..

Giada..io ti..




Alla mia luce..

ma non capita tutti i giorni d’incontrare una tipa che ti ascolta prima di parlare, che ama quello che ami, che odia quello che odi, che non passa la vita davanti allo specchio, che non te la fai in un momento, che non gli frega del tuo aspetto ma che ti guarda dentro e che ha una faccia da gatta quando ti guarda, ma se s’incazza sa essere crudele e bastarda, che in tutto quello che fa é stilosa e originale, che se stai con lei ti fa sentire un po’ speciale, che quando si da lo fa con calore, che non scopa mai ma fa solo l’amore

Tu sei veramente tutto questo amore mio..sei veramente tutto quello che ho sempre desiderato..mi sai capire prima che io parli come se abitassi dentro la mia testa..mi sai ascoltare.

Sono in confusione non so che scrivere la mia testa non sa più decifrare la realtà dal sogno..ma sei vera?

A volte ci penso, rifletto, ma dove sei stata fino a questo tempo?
Forse sei stata in un passato che ti ha aiutato a crescere, diventare donna, ti ha fatto soffrire e gioire, voler bene ed odiare..ti ha aiutato ad essere quella che sei ora..
Un giorno hai detto "se ci incontravamo prima magari non succedeva nulla!!", si Giada hai veramente ragione perchè è il destino che ha voluto questo..e pure io come te nel destino ci credo!
Scusami ma oggi sono veramente in crisi..son scappato via dall’aula studio come un cane bastonato, con lo sguardo basso ed assente..sentirsi soli in mezzo a tanta gente è una sensazione che non ho mai provato in vita mia, tutto questo perchè mi manchi da morire..io senza di te non riesco nemmeno a stare più in piedi..non mi viene voglia di fare niente.. io senza di te mi sento da solo. Ti vivo.
Le mani mi tremano..la sensazione è fortissima..un nodo in gola che mi impedisce quasi di respirare..la voglia di darti un bacio..lo so sono parole a caso amore ma veramente non riesco a calmare la voce del mio cuore..ti ama..io ti amo..
Ora finalmente..dopo 25 anni ho scoperto chi sono..ora sono veramente io..lo sono perchè tu mi hai fatto vedere la luce..la luce di quel buio che ti parlavo prima..
Ora basta va altrimenti mi penserai un pazzo scatenato che non sa scrivere..ora ti scrivo su msn visto che ci sei e mi hai appena salutato...
Ti amo amore..lo farò per sempre!!!!




Per la mia Giada...

Amore mio,
come posso fare per aiutarti?
Tu ora ne avresti tanto bisogno lo so ma non posso far niente..ti starei vicino sempre facendoti sorridere, cercando di non farti pensare troppo al dolore fisico che stai provando.
Oggi pomeriggio sarei veramente venuto a casa tua anche se c’era tuo padre avrei suonato il campanello..si lo avrei fatto veramente perchè non posso sentirti così e starmene con le mani in mano..non l’ho fatto perchè immagino che tu ora stia ancora dormendo infatti non rispondi ne al cell ne su msn...ti lascio dormire in pace almeno dormendo non senti male.
Non vedo l’ora che arrivi domani mattina (sempre se posso) per venire li e abbracciarti, baciarti, coccolarti...si amore desidero tanto tutto ciò..
Il destino come hai detto bene tu ci sta mettendo alla prova, ci fa stare lontani proprio quando abbiamo bisogno del nostro amore..si perchè è d’amore che la nostra storia deve parlare..
Ora sto pensando a quanto bello sarebbe essere li in un angolino della tua cameretta e guardarti mentre dormi..bella come sei..rimarrei li ore ed ore al cospetto di tanta bellezza!!! Poi al tuo risveglio ti darei un bacio..bello..morbidoso e ti ridarrei il buongiorno chiedendoti se va meglio dopo il riposino..
Non voglio più pensare ad altro se non a te..le altre cose sono inutili, passano, non contano...tu no..tu sei una dea scesa dall’olimpo la più bella di tutte..io ho avuto la fortuna che hai posato il tuo dolce sguardo su di me..e spero tu lo tenga li per sempre...
Ora vado a fare qualcosina sperando che al più presto mi mandi un sms dicendomi che sei ancora viva (anche perchè dalla telefonata di prima potrei pensare male) così potremmo sentirci e se vuoi compagnia o qualcuno che ti tiri su un po’ il morale sai da chi andare..
intanto ti saluto amore mio..
un bacio..o baciottolo come preferisci tu..
TI AMO!!!


HO VISTO



















STO ASCOLTANDO

Le mie N: Negrita, Nirvana, Otto Ohm (che è una "n" un po’ ritardataria), Linea 77 (N precoce). E poi A Perfect Circle, Afterhours, Limp Bizkit, e mi capitano anche tra le mani canzoni come Occhi Bassi dei Tre Allegri ragazzi morti

Quando ti ho vista sapevo che eri tu!!

Oggi non avendo parole..anzi no le ho avute dette e pure scritte su sms..ma comunque voglio affidarmi ad una canzone non so se la conosci ma rispecchia almeno una parte di ciò che provo..perchè tutto è impossibile amore mio!!!


Ho sempre sognato di stare con te e adesso che accade davvero, non permetterò a nessuno di mettersi tra noi, tu tutto il mio tempo è per te...è molto semplice io ... te e nessuno sa cosa vuol dire amarti, rispettarti come nessuno mai ha saputo fare...

Sapevo che c’eri, ma iniziavo a non crederci più, ti ho cercato dovunque , sapevo già com’eri ma non riuscivo ad incontrarti mai, poi quando ti ho vista sapevo che eri tu come non accorgersene, ti conoscevo già, ti amavo già, se mi dai occhi neri (no i tuoi sono così belli, grandi e castani) anche solo una possibilità ehhh, completa fiducia in me è una promessa che non tradirò mai.



ABBIGLIAMENTO del GIORNO

Come ogni mattina vado a tastoni nel buio

ORA VORREI TANTO...

Massi per sempre

STO STUDIANDO...

Come darti tutto tranne che dolore

OGGI IL MIO UMORE E'...

Sorriso stampato e occhi a cuore...

ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


1) quando per una volta le cose strafilano per il verso giusto e improvvisamente si sfilano maledettamente..così ci si ritrova x l'ennesima volta con la solita matassa di fili aggrovigliati tra le dita.
2) a letto la notte, in preda a stati d'ansia nn riuscire a dormire...SAPERE BENISSIMO DI VOLER CAMBIARE QUALCOSA...MA NN SAPERE COSA...
3) Pessimismo: la speranza è l'ultima a morire.
Ma muore.
4) quando il tempo passa e tu hai la sensazione di essere solo uno spettatore
5) sapere che comunque, che tu scelga o non faccia nulla, qualcuno gioirà e qualcun'altro soffrirà
6) Commettere errori; che sono irreparabili, e ti scombussolano la vita. Senza saperlo.
7) essere perennemente talmente imparanoiato che ti perdi il sapore di vivere ed essere felice delle piccole cose, perchè sei convinto di aver una vita di merda!!!

MERAVIGLIE


1) ..svegliarsi al mattino sentendo il suo profumo,
aprire gli occhi e accorgersi che non è un sogno..
2) Scambiare un sorriso con una persona che fino a quel momento aveva una giornata storta...e che ti dice che l'hai messa di buon umore.
3) poter stare in silenzio senza il bisogno di spiegarne il significato...
4) stare con un ragazzo 6 anni, lasciarsi..e dopo anni volersi ancora un bene dell'anima!
5) un morso che si tramuta in un bacio..

6) riuscire con un solo sorriso a dare tanto amore a chi ne ha veramente bisogno, ma non trova le parole per chiedertelo.
7) Fissare con il fiato sospeso un paesaggio mozzafiato mentre la neve cade lenta davanti i tuoi occhi e sentire nient'altro che silenzio..come se il mondo si fermasse perchè stanco di noi.


In questi pochi anni di vita ho sbagliato tanto... è ora di ricominciare

IMPORTANTE!!! Scordatevi foto in pose sexy e vestitini attillati... qui non c’è trippa per quel tipo di gatti!!

Il Sagittario ha dentro di sé il gusto della scoperta. E’ un segno ottimista, curioso, che ama conoscere ed esplorare il lontano, sia in senso fisico (attraverso i viaggi), sia in senso mentale (filosofeggiando). Ha bisogno di espansione, di esternare, e questo lo fa essere molto altruista e generoso ma anche un po’ ingenuo ed irriflessivo.

L’ottimismo e la scarsa riflessività lo rendono un po’ incosciente: si lancia in avventure senza tener conto dei rischi e pensando che tutto sia accessibile. Disordinato ed entusiasta, è poco pratico nella vita quotidiana, e più proiettato verso un futuro idealizzato. E’ una persona semplice, fondamentalmente onesta, pacifica ed ama i piaceri della vita.

Molti Sagittari sono attratti dalla religione e dal misticismo; la loro mente tende più a fantasticare che a riflettere sul contingente. Ama lo sport, ma con l’età tende a diventare pigro. Si adatta facilmente ai vari ambienti ed alle diverse persone grazie alla sua allegria cameratesca.

Ama la condivisione con gli altri ed è anche molto aperto verso le culture differenti, verso gli stranieri e verso i modi di pensare diversi dai suoi. E’ un innovatore della tradizione ma non un rivoluzionario; è alla perenne ricerca ma vuole sicurezza intorno a sé. La sua mente candida e ingenua non concepisce le complicazioni, le tortuosità e le sottigliezze del pensiero.



(questo BLOG è stato visitato 14201 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



SONDAGGIO: MA QUANTO FA CAGARE QUESTO BLOG?


Questo = Quello di Sharmel... dicesi il mio

Abbastanza
Un po’’ niente di grave
Talmente tanto che mi sono pentito/a di esserci entrato/a per sbaglio
pensavo di conoscerti quindi la mia visita è casuale e per questo motivo non mi permetto di giudicare il tuo blog
sei solo paranoica o ti sei messa anche in cura?
Se potessi vomitare ragionando a contrari sarei contento/a

( solo gli utenti registrati possono votare )

martedì 27 gennaio 2009 - ore 22:27


La casa....
(categoria: " Vita Quotidiana ")


bla bla bla... tema del 2008 la casa...
Dedicato a lira e tonga... la casa di tonga...
la casa di lira... quella vecchia con i suoi dubbi, i suoi dolori per la vita con il suo uomo, la gioia di averci fatto una figlia... la casa dei suoi a cui si è aggrappata per purificarsi dai problemi della vecchia per arrivare alla casa nuova... dove poter ricominciare.
IL RISORGIMENTO
Tonga la Nascita, la stazione del treno ha fermato a padova...
E la mia. Dove non mi sento a casa mia, dove combatto per i miei pochi metri quadri, dove resisto per poter un giorno avere una nostra. Casa di misteri rivelati, di bugie svelate, di finti amori... Casa di una doppia famiglia, casa di non bambine e bambino.
La dolorosa terra di mezzo in attesa del sogno che chissà forse un giorno potrebbe arrivare... la casa dei sogni perduti e della sconsolatezza, la casa colma ma piena di vuoti

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



martedì 27 gennaio 2009 - ore 22:19


Sono triste...
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Sono triste perchè in questo sito non di commenta più nulla... gli unici che commentavano il mio sono finiti in black list...
Sono triste perchè la mia famiglia ha dei segreti inviolabili, che sono stati violati. Sono triste perchè faccio fatica a fare il mio lavoro nonostante io cerchi di convincermi di essere in grado di farlo. Sono triste perchè credo di non saper guidare, perchè non ho una macchina per muovermi, per fare questo sport che desidero da anni e smetterla di respirare smog e risolvere il problema che mi vuole uccidere prima che mi uccida davvero.
Voglio una casa degna di portare questo nome, voglio un mio posto.
Sono triste perchè è buio dalle 5 e per vedere la luce devo aspettare qualche mese... Sono triste perchè non ho tempo per gli amici, molti di cui molti non voglio incontrare perchè li invidio.. invidio le loro facce, le loro vite, i loro problemi, i loro corpi. Ma non li invidio quando capisco che non sanno sorridere.

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



lunedì 19 gennaio 2009 - ore 21:33



(categoria: " Vita Quotidiana ")


Devo liberare la memoria (del telefononado) dalle cazzate salvate in bozze: Powered and Inspired by Ungaretti

Si sta, come d’estate, sul telefono, le orecchie.
Si sta, come con la pioggia, sui parabrezza, i volantini
Si sta, come con la pioggia, con i sandali, i piedi
Si sta, come in piscina all’aperto, d’inverno, l’influenzato
Si sta, come in feria al mare, con dieci gradi, io.
Si sta, come d’inverno con la neve che scende, ad aspettare Foglio, nudi.
Si sta, come d’inverno, sugli alberi innevati, in costume.


COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



venerdì 10 ottobre 2008 - ore 20:43


Storiella interessante
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Mi sento come un caco acerbo ma molto pesante su un ramo molto sottile, con molte belve affamate che aspettano sotto l’albero pronte per la mia caduta, prematura. Intanto finché temo quello che ho sotto, guardo in alto e vedo cachi bellissimi e fortissimi, lontani dalle mie difficoltà con cui mi ritrovo a lottare Inerme ogni giorno.
E intanto, finchè mi chiedo chissà loro come hanno fatto ad essere lì belli forti e bravi, mi cresce un unico dubbio: sono io ad essere solo un caco uscito male nel posto sbagliato.

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



giovedì 9 ottobre 2008 - ore 20:10



(categoria: " Vita Quotidiana ")


Mi sto chiedendo se tutto quello che mi sto perdendo un giorno lo vedrò tornare

COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



mercoledì 8 ottobre 2008 - ore 21:38



(categoria: " Vita Quotidiana ")


E tornano i messaggi seri, i pensieri profondi. Le grandi sfide.
Tornano i dubbi su quello che sarà, come sarà, cosa farò, se lo farò e se avrò un perché per farlo.
Io non la capisco questa vita, sembrava un buon periodo, sembrava che qualcosa stesse girando.
O forse lo speravo.
Ma di speranze nessuno ci vive.
E ora mi ritrovo qui a pensare a quale sfida mi si presenterà davanti, chi ci sarà al mio fianco ma non per affrontarla assieme a me, piuttosto per darmi una vena di lucidità.
Io non lo so chi sono. Io non so se ho un motivo nella vita.
Ormai mi hanno tolto anche la facoltà di pensare.
Ma oggi il problema non sono loro. E lui non lo è mai stato.
Ora la domanda è: E ORA COSA ACCADRA’?
Probabilmente un altro giro in questa giostra di merda che non è tanto il divertimento che ti lascia quanto la fatica per doverla affrontare, il sollievo di averla affrontata e probabilmente la sensazione di nausera che lascia.
Io non voglio vivere così, io questa sfida non l’ho chiesta... ma d’altronde nemmeno gli amici di maria de filippi le chiedono (PS: non credo nel dio Mario di Filippi ma piuttosto la odio, era una battuta che nemmeno avevo voglia di fare)
Credo in qualcosa.


COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



lunedì 22 settembre 2008 - ore 20:39


Inspyred by Ungaretti
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Si sta, come con la pioggia, sui parabrezza, i volantini



COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



lunedì 1 settembre 2008 - ore 21:46


Uno degli spot più belli...
(categoria: " Vita Quotidiana ")






COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



lunedì 18 agosto 2008 - ore 21:37



(categoria: " Vita Quotidiana ")


La depressione è una patologia dell’umore caratterizzata da un insieme di sintomi cognitivi, comportamentali, somatici ed affettivi che, nel loro insieme, sono in grado di diminuire in maniera da lieve a grave il tono dell’umore, compromettendo il "funzionamento" di una persona, nonché le sua abilità ad adattarsi alla vita sociale. [1] La depressione non è quindi, come spesso ritenuto, un semplice abbassamento dell’umore, ma un insieme di sintomi più o meno complessi che alterano anche in maniera consistente il modo in cui una persona ragiona, pensa e raffigura se stessa, gli altri e il mondo esterno.

La depressione talvolta è associata ad ideazioni di tipo suicida o autolesionista, e quasi sempre si accompagna a deficit dell’attenzione e della concentrazione, insonnia, disturbi alimentari, estrema ed immotivata prostrazione fisica.

La depressione fa parte dei disturbi dell’umore, insieme ad altre patologie come la mania e il disturbo bipolare.
La depressione può assumere la forma di un singolo episodio transitorio (si parlerà quindi di episodio depressivo) oppure di un vero e proprio disturbo (si parlerà quindi di disturbo depressivo). L’episodio o il disturbo depressivo sono a loro volta caratterizzati da una maggiore o minore gravità. Quando i sintomi sono tali da compromettere l’adattamento sociale si parla perciò di disturbo depressivo maggiore in modo da distinguerlo da depressioni minori che non hanno gravi conseguenze e spesso sono normali reazioni ad eventi luttuosi.

L’episodio depressivo maggiore è caratterizzato da sintomi che durano almeno due settimane causando una compromissione significativa del funzionamento sociale, lavorativo o di altre aree importanti.[2] Fra i principali sintomi si segnalano:

Umore depresso per la maggior parte del giorno, quasi ogni giorno, come riportato dal soggetto o come osservato da altri.
Marcata diminuzione di interesse o piacere per tutte (anedonia), o quasi tutte, le attività per la maggior parte del giorno, quasi ogni giorno.
Significativa perdita di peso, in assenza di una dieta, o significativo aumento di peso, oppure diminuzione o aumento dell’appetito quasi ogni giorno.
Insonnia o ipersonnia quasi ogni giorno.
Agitazione o rallentamento psicomotorio quasi ogni giorno.
Affaticabilità o mancanza di energia quasi ogni giorno.
Sentimenti di autosvalutazione oppure sentimenti eccessivi o inappropriati di colpa quasi ogni giorno.
Diminuzione della capacità di pensare o concentrarsi, o difficoltà a prendere decisioni, quasi ogni giorno.
Ricorrenti pensieri di morte, ricorrente ideazione suicida senza elaborazione di piani specifici, oppure un tentativo di suicidio o l’elaborazione di un piano specifico per commettere suicidio.
Per parlare di episodio depressivo maggiore è necessaria la presenza di almeno cinque dei sintomi sopra elencati.


COMMENTA (0 commenti presenti) - PERMALINK



lunedì 18 agosto 2008 - ore 21:05



(categoria: " Vita Quotidiana ")


L’Italia in piena febbre da Divieto
[Le Matin]

Per lottare contro la degradazione della città eterna, il comune di Roma ha ufficialmente proibito gli spuntini all’aperto presso i mercati, le piazze o vicino ai monumenti del centro storico. Quelli che infrangono l’ordinanza, che proibisce di bere, di mangiare ma anche gridare e dormire nei dintorni delle località prestigiose della capitale, rischiano un’ammenda di 50 euro.

Silvio Berlusconi aveva promesso di lottare contro l’insicurezza. Risultato: una valanga di misure estreme che hanno lo scopo di mettere fine “al disordine”.

Divieto di sedersi in più di tre persone su una panchina pubblica durante la notte, pena una multa. Questa legge, apparentemente incredibile e delirante, è tuttavia reale. È entrata in vigore ieri, non lontano dai nostri confini, nella città di Voghera, situata nel nord-ovest dell’Italia.

Voghera è ormai capitale delle leggi stravaganti. I panini possono essere degustati solo all’interno dei locali ed il consumo di alcool in strada è proibito. La multa arriva a 100 euro per la prima bottiglia, 250 per la seconda e 500 per tutte le seguenti.

Voghera extraterrestre? Non troppo. In Italia, il sindaco della piccola città lombarda di 38.000 abitanti non è affatto il solo a prendere questo tipo di misure drastiche. Dalla firma, in giugno, del decreto che aumenta i poteri dei sindaci in materia di sicurezza - nel quadro del “pacchetto sicurezza” voluto da Silvio Berlusconi - gli eletti locali si sono inventati di tutto con il pretesto di restaurare l’ordine pubblico: divieto di giocare a biglie sulla spiaggia, di costruire castelli di sabbia, di fare pic-nic sulle pubbliche piazze, di fumare all’aperto…

E queste ordinanze hanno già fatto le loro prime vittime. A Roma, due turisti indiani si sono presi una multa di 50 euro, da pagare entro sessanta giorni, per avere mangiato dei panini ai Fori romani. Persino tre tunisini che facevano un pranzo al sacco sulle scale di Piazza di Spagna sono stati pizzicati. Il commento a caldo di uno di loro è stato: “Non c’è nessun cartello che indichi il divieto. È assurdo!”

Una tendenza inaugurata da Berlusconi

Proibito fare il bagno in alcune fontane storiche, proibito fare foto in piscina: l’Italia ha per caso picchiato la testa? Perché questa voglia estrema di vietare? Da dove viene? Risposta: da Silvio Berlusconi.

Un Silvio Berlusconi che, in occasione della campagna per le elezioni legislative del 2008, ha sedotto gli italiani con i suoi discorsi sulla sicurezza. In occasione della sua vittoria, il 14 aprile 2008, Berlusconi ha di nuovo ribadito la sua promessa di lottare contro l’ immigrazione clandestina e contro la delinquenza, etichettate come “l’esercito del male”.

Il presidente del Consiglio italiano si è allora messo al lavoro per far adottare un decreto sulla sicurezza. Proprio uno degli emendamenti a quest’ultimo, ha permesso lo spiegamento, lunedì 4 agosto, di tremila soldati nelle zone dette a rischio di molte grandi città italiane (in particolare Roma, Milano e Napoli) allo scopo di ristabilire l’ordine.

Un piano orchestrato dai ministri dell’Interno (Lega Nord) e della difesa (Alleanza Nazionale, post-fascista) che ha fatto sobbalzare la sinistra ed i sindacati di polizia. Questi criticano il ricorso all’esercito ed accusano il governo Berlusconi “di demagogia sicuritaria” e di cercare “di militarizzare” le grandi città.

Oggi, numerosi sindaci, ringalluzziti, seguono le orme di Berlusconi e legiferano a tutta birra “per garantire la sicurezza del paese”. Ma se i turisti, sbalorditi, parlano di assurdità, il comitato dei gruppi d’opposizione grida al fascismo. “Vietare alla gente di riunirsi in più di due…nemmeno il Duce aveva osato tanto!”. E’ proprio il timore di un futuro estremista e fascista che fa tremare oggi una parte dell’Italia.

Interviste-commento di Didier Dana

Verso il declino…

“C’è una deriva in Italia, è molto chiaro. Dove occorrerebbe riparare la casa, ci si accontenta di ridipingere la facciata. Sono binazionale. Ero in Italia all’inizio di luglio quando un sondaggio ha indicato che 2/3 degli italiani sostenevano queste misure. Il paese vive una svolta che lo conduce diritto verso la decadenza. Il potere comunale è una realtà che può arrivare a proibire una panchina a degli immigrati.

Il declino è ormai iniziato già da alcuni anni. I problemi socioeconomici sono reali, la popolazione che invecchia. L’ opinione pubblica è plagiata da una televisione che è la peggiore al mondo ed i politici tentano di soddisfare gli elettori in modo superficiale. Se tutto ciò non fosse reale, sarebbe divertente, ma c’è da piangere”.

Massimo Lorenzi, giornalista TSR

Paura alimentata

“L’assurdità delle leggi annuncia l’arrivo di un regime totalitario. Mio padre mi diceva che all’inizio del fascismo i soldati giravano nelle stazioni. C’è in Italia un grande bisogno da parte del regime di alimentare la paura.

È un modo come un’altro per arrivare ad imporre l’esercito. In modo meno allarmista, quando si passeggia per Venezia, ci si stupisce di non sentire odore di fogna. Occorrono anche delle leggi per arrivare a questo risultato. In Italia, le buone leggi sono fatte per non essere applicate. Speriamo che sarà lo stesso con quelle che sono assurde!”

Claudia Mastrangelo, ex dirigente del gruppo Gucci, insegna a Milano

Battere i pugni

“Attualmente l’Italia è alla ricerca di sè. Per due anni e mezzo, il paese è stato lasciato alla deriva. La gente ha paura. Il governo di sinistra ha lasciato entrare molti immigrati. Va bene se si può integrarli, ma molti sono stati lasciati alla deriva. In Umbria, dove abito con le mie figlie e mia moglie, le strade di campagna sono piene di prostitute. Vengono dai paesi dell’Est o dall’Africa del Nord.

Il governo Prodi ha promulgato l’indulto. Fra i detenuti liberati, molti sono tornati a delinquere. Alla fine, i comuni possono fare ricorso a leggi più mirate. Non si gestisce Palermo come Venezia. Napoli è riuscita a risanare la situazione in sei mesi.Gli inceneritori sono diventati zone militari allo scopo di non perdere più tempo in vane contese tra sinistra e destra. Occorre sapere picchiare i pugni sul tavolo, come quando si picchia sulle dita ad un bambino! Occorre sempre spiegare perché lo si fa”.

Emanuele Filiberto, Principe di Savoia


LEGGI I COMMENTI (6) - PERMALINK




> > > MESSAGGI PRECEDENTI
Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:


Special guests: banana_joe leonida nouse86 Angelodinome privo ecce_ Zorrobobo Centipede rutta joker777 LadyShine Uzzolo MENTIRA harlok Tanardo alb83bat desp Bet1910 Slythefly calimero marcoalb fcuk kaolla Jighen Dive Israfel Just4fun Spiderr Myself blondy RickyF BlackWind danisar

L’Orocollega tra isterismo e cazzate... una buona vicina anche se mi prende degli ostaggi:
bighina

Mi sbatte sempre la testa sulla macchinetta del caffè:
volo

A volte si trasforma!:
kasvince

Non ha il blog ma è il mio migliore amico da 11 anni:
Driver8

La mia squadra di calcio (si dai... è calcio?!) preferita...
ASD Bojon

Un blog realmente serio:
NOJOB

L’ultimo della lista ma il primo nella mia vita:
Edge

BOOKMARKS


Daniele Lutazzi
(da Informazione / Agenzie di Stampa )
Beppe Grillo
(da Informazione / Notizie del Giorno )


UTENTI ONLINE:



SETTEMBRE 2019
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30