BLOG MENU:


REPUBLICA, 25 anni
spritzino di venezia
CHE FACCIO? Non è da questo che si giudica una persona!
Sono single

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]



Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


STO LEGGENDO



HO VISTO



STO ASCOLTANDO



ABBIGLIAMENTO del GIORNO



ORA VORREI TANTO...



STO STUDIANDO...



OGGI IL MIO UMORE E'...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata


BLOG che SEGUO:


puddu alexthevoice two Apollo13 wizardale ciana86 Lostwave ilBello corrado titanica87

BOOKMARKS





UTENTI ONLINE:




(questo BLOG è stato visitato 960 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]

OTTOBRE 2020
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

NELLA SPERANZA DI DIFFONDERE L’ORGOGLIO PER L’APPARTENENZA AD UN GRANDE POPOLO CHE CREO’ UNA GLORIOSA NAZIONE

VIVA SAN MARCO


SONDAGGIO: CONOSCI LA TUA PATRIA VENETA


cosa sai della Serenissima Veneta Repubblica?

mai sentito parlare
era una repubblica marinara
fu lo stato del popolo veneto indipendente per 1400 anni
fu uno degli stati più ricchi e potenti d’’europa
fu il nostro orgoglio..sono fiero di questo mio passato

( solo gli utenti registrati possono votare )

sabato 2 giugno 2007 - ore 05:43


RAZIXMO CONTRO I VENETI
(categoria: " Vita Quotidiana ")


è curiosa la campagna iniziata da V.E.S.T.A. nel 2007 per la sensibilizzazione alla raccolta differenziata nella provincia di Venezia..

..premetto che la regione Veneto è in cima tra le regioni italiane per quanto riguarda raccolta differenziata..

..notate in che lingua fanno parlare i due coniugi perdigiorno (e sì..proprio perdigiorno i veneti..)..e notate la ragazzina giudiziosa con che perfetto italiano li redarguisce (curioso lo stereotipo che si vuol far emergere col vestiario della stessa..da ragazzina vicina ad ambienti di sinistra..un pò centri sociali..), stranamente l’assessore all’ambiente della provincia di venezia è vicino a quegli ambienti (scusate il gioco di parole)..




i veneti sono dipinti come razzisti..stranamente è proprio il Veneto la regione che dona più in solidarietà..
..qui siamo dipinti come insensibili alla raccolta differenziata..stranamente il Veneto è la regione che meglio organizza questo tipo di raccolta..


LEGGI I COMMENTI (32) - PERMALINK



mercoledì 30 maggio 2007 - ore 01:36


SERENISSIMI
(categoria: " Vita Quotidiana ")




Gilberto Buson, Cristian Contin, Flavio Contin, Antonio Barison, Luca Peroni, Moreno Menini, Fausto Faccia, Andrea Viviani la notte tra l’8 e il 9 maggio 1997 liberarono la piazza di san Marco innalzando la legittima bandiera della Republica!!!
Vennero fatti venire in elicottero i carabinieri del gruppo speciale dei GIS che bloccarono repentinamete l’atto simbolico in maniera non altrettanto simbolica..già me li immagino sti 4 esaltati, preparati con addestramento speciale a missioni a cui non parteciperanno mai..esaltati per sedare questa pericolosa rivolta..su di corsa per il campanile tabarrati da guerra con mitra spianati..buffoni..

L’ideologo del gruppo fu Giuseppe Segato, che non partecipò all’azione.
Tutti i componenti del gruppo furono condannati a più anni di carcere severo, ma chi pagò di più fu proprio Segato..il carcere lo logorò fisicamente e proprio in galera si ammalò di quel male che lo ha ucciso pochi mesi fa! Ancora in carcere gli venne una crisi e lo portarono in ospedale..attese i medici nel corridoio dell’ospedale in lettiga ancora ammanettato..pazzesco..



LEGGI I COMMENTI (35) - PERMALINK



lunedì 28 maggio 2007 - ore 09:28


Perasto
(categoria: " Vita Quotidiana ")




1797 Napoleone entra nel territorio di Venezia, che si è dichiarata neutrale. Il 17 aprile Verona insorge spontaneamente contro i francesi, innalzando il vessillo di San Marco, sono le Pasque Veronesi. Il 18 aprile, nel preliminare di Leoben, Napoleone dispone a favore dell’Austria del territorio veneto: Venezia perderebbe Istria e Dalmazia. Il 20 aprile la goletta francese Le liberateur d’Italie tenta di forzare il porto di San Nicolò, ma viene salutata da una salva di cannoni del Forte di Sant’Andrea, comandato da Domenico Pizzamano, che annichila il tentativo della nave e ne uccide il comandante Laugier: il veliero viene catturato. Il 1 Maggio, il Maggior Consiglio, per evitare ulteriori sofferenze ai sudditi, accetta la richiesta di Napoleone di modificare la costituzione della Repubblica, mentre si propagano ad arte voci fasulle di congiure e di rivolta. Il 12 Maggio, il Maggior Consiglio si riunisce l’ultima volta, per accettare la deposizione delle insegne da parte del Doge e dei Magistrati; le salve di moschetto dei marinai schiavoni in partenza che salutano la Dominante fanno però temere la rivolta e, 1100 anni dopo l’elezione di Paoluccio Anafesto, il Maggior Consiglio decreta, mancante il numero legale, 512 favorevoli e 20 contrari, la fine della Serenissima Repubblica, che viene dichiarata decaduta in favore di una Municipalità Provvisoria, mentre intanto una vera agitazione popolare cerca di issare nuovamente il gonfalone di San Marco e di riporre sul trono il Doge spaurito, cacciando i fautori della rivoluzione.

Il 12 maggio la rapublica cade, ma i suoi territori non vogliono arrendersi ai francesi e austriaci e l’ultimo gonfalone di san Marco viene ammainato a Perasto (ora in montenegro) il 23 agosto!
La devozione della cittadina alla Repubblica di Venezia non venne meno neppure alla caduta di quest’ultima: mentre il 12 maggio 1797 il doge depose le insegne di San Marco, i perastini deliberarono di rimanere veneziani e si ressero in autogoverno fino all’arrivo delle truppe austriache. I vessilli veneti rimasero così issati fino al 23 agosto, giorno in cui vennero seppelliti con una cerimonia solenne, l’ultima della Serenissima, sotto l’altare del duomo.
Il capitano della guardia, conte Giuseppe Viscovich, nel consegnare il gonfalone veneto ai sacerdoti pronunciò davanti alle milizie ed a tutto il popolo il commovente ed intenso discorso in lingua veneta passato alla storia col titolo di Tu con nu, nu con ti:

testo originale:

"In sto amaro momento, in sto ultimo sfogo de amor, de fede al Veneto Serenisimo Dominio,
al Gonfalon de la Serenisima Republica, ne sia el conforto, o citadini, che la nostra condota pasada,
e de sti ultimi tenpi, rende non solo più giusto sto ato fatal, ma virtuoxo, ma doveroxo par nu.
Savarà da nu i nostri fioi, e la storia de el zorno farà saver a tuta l’Europa, che Perasto la gà
degnamente sostenudo fin a l’ultimo l’onor de el Veneto Gonfalon, onorandolo co sto ato solene,
e deponendolo bagnà de ’l nostro universal amaro pianto. Sfoghemose, citadini, sfoghemose pur,
e co sti nostri ultimi sentimenti sigilemo la nostra cariera corsa soto al Serenisimo
Veneto Governo,
rivolgemose a sta Insegna che lo rapresenta, e su de ela sfoghemo el nostro dolor.
Par trexentosetantasete ani le nostre sostanse , el nostro sangue , le nostre vite le xè sempre stàe
par Ti, S.Marco ; e fedelisimi senpre se gavemo reputà, Ti co nu, nu co Ti, e senpre co Ti sul mar
semo stài lustri e virtuoxi. Nisun co ti ne gà visto scanpar, nisun co Ti ne gà visto vinti e spauroxi!
E se i tenpi presenti , tanto infelisi par inprevidensa, par disension, par arbitrii ilegali, par vizi
ofendenti la natura e el gius de le xenti, non Te gavese cavà via , par Ti in perpetuo sarave stàe
le nostre sostanse, el nostro sangue, la vita nostra.
E piutosto che védarTe vinto e desonorà da i tói , el coragio nostro, la nostra fede se averave
sepelìo soto de Ti.
Ma xa che altro no ne resta da far par Ti, el nostro cor sia l’onoradisima tó tonba, e el più duro
e el più grando elogio le nostre làgreme."




LEGGI I COMMENTI (3) - PERMALINK



sabato 26 maggio 2007 - ore 02:19


eredità della rivoluzione francese
(categoria: " Vita Quotidiana ")




A scuola avete studiato cos’è stata la rivoluzione francese..vi hanno spiegato che ha cambiato il mondo!!!
Ha portato libertà ugaglianza e fraternità!!! Su queste tre parole ci torniamo dopo..

La rivoluzione è nata da una presa di coscienza inizata e alimantata dal pensiero illuminista..illuminista!! Illuminista dal verbo illuminare, cioè illuminare le menti ottenebrate dal buio medievale!!!
Il pensiero illuminista era un guazzabuglio di idee dei più svariati filosofi quasi mai viaggianti su una linea comune, ma che avevano un solo scopo congruente per tutte..la cancellazione della civiltà cristiana..

vabbè..potrà dire uno..scopo nobile..con il potere al clero era come si vede oggi nell’islam integralista..ma aspettate un attimo
non soffermiamoci sull’idea di potere al clero o potere a qualcun altro..

cos’era la civiltà cristiana e con cosa la voleva sostituire la filosofia illuminista?

fatevi questo esempio e rispondetevi a voi stessi: perchè quello che mi sta così antipatico, quello che mi ha fatto quel torto, quello che mi ha fregato in quel modo, non lo ammazzo?
In un mondo senza civiltà..nella legge della giungla..lo si ammazza senza problemi..ma in una civiltà è diverso

la civiltà cristiana ha cercato di intervenire sulla crescita interiore..la filosofia illuminista ha cercato di frenare gli istinti con la ragione. In che modo hanno cercato di raggiungere questi due scopi?
La civiltà cristiana ha insegnato agli uomini fin dall’infanzia che la violenza porta solo altra violenza..che occorre perdonare e così via..il bambino crescendo si è formato con questa idea..quando ha pensato "perchè non lo ammazzo?" è stato frenato da questa sua educazione.
La filosofia illuminista ha voluto smantellare questa situazione..ha cercato di educare le persone tramite le leggi..nel’700 tutti i regni cercarono di redigere codici di leggi dettati dal pensiero illuminista..secondo questo metodo tu non ammazzi perchè c’è la legge che ti punisce

sono due metodi in antitesi fra loro..

la rivoluzione francese è nata da questa filosofia è ha portato (a dire dei suoi fautori libertà uguaglianza e fraternità)
vediamo queste tre parole:

Libertà: un piccolo esempio di libertà nata dopo il taglio della testa del re..parliamo della situazione di venezia (oggetto del blog)..caduta la serenissima republica, napoleone (portatore dei nuovi valori) istituì nei nostri territori il servizio militare obbligatorio..da noi non questo non era mai stato. I ragazzi e uomini ancora abili vennero chiamati sotto le armi..20mila veneti dovettero partecipare all’invasione della russia..non tornò nessuno
I ragazzi chiamati alle armi tolsero manodopera nelle nostre terre creando enormi difficoltà..

Uguaglianza: i rivoluzionari ghigliottinarono un numero enorme di nobili..tutti gli uomini dovevano essere uguali..al giorno d’oggi la nobiltà non ha più senso..ma qual è la differenza tra un nobile d’altri tempi e un parlamentare di oggi (classe e stile a parte?)..un parlamentare o un qualsiasi rappresentante a livello regionale, provinciale o comunale non hanno privilegi irritanti? Almeno i nobili non erano dei parvenu...

Fraternità: secondo me han messo sta parola per populismo e per completare il trittico..una parola del genere in questo contesto è proprio svuotata di significato



LEGGI I COMMENTI (15) - PERMALINK



venerdì 25 maggio 2007 - ore 01:39


INDUSTRIE NEL NORD
(categoria: " Vita Quotidiana ")




l’arsenale (la foto ne mostra l’entrata) era il cuore dell’industria della Serenissima Veneta Repubblica.

E’ stata la prima fabbrica al mondo e, nel periodo di massimo splendore, la più grande!!!
A scuola vi hanno insegnato che la catena di montaggio è stata inventata da Herny Ford..bugia..il metodo della catena di montaggio è stato usato per secoli da noi veneti nell’arsenale!!!
In questa fabbrica si riusciva a produrre una nave al giorno..cosa impensabile per gli altri..e le navi avevano pezzi universali per un facile ricambio

questo siamo noi veneti!!!

Al momento della caduta della repubblica avevamo le fabbriche più grosse al mondo per la manifatturiere e tessili!! Siamo stati ceduti all’Austria..e che ha fatto l’Austria?
Per indebolire il popolo veneto ha spostato il porto da Venezia a Trieste e le fabbriche le ha smantellate e impiantate nel milanese.

Ecco perchè Milano ha le fabbriche..i lùmbard fanno i ricchi, ma è solo grazie a noi

quindi per tutto l’ottocento il veneto si è impoverito sempre di più perchè, austriaci prima e italiani poi, han temuto la capacità del popolo veneto e l’ha mantenuto schiacciato con disoccupazione e tasse..

Ora noi veneti ci stiamo risollevando senza aiuti pubblici e solo grazie alla nostra forza e volontà!!!
Ce l’abbiamo scritto nel DNA..siamo sempre stati una potenza!!!

quando vedete un film italiano degli anni ’50 o ’60, se ci fate caso, nelle case dei ricchi romani o milanesi, la colf è sempre una ragazza che parla in veneto..eravamo i poveri..noi!!! Noi che abbiamo insegnato all’europa cos’è una fabbrica..cosa sono le industrie..come si governa (la repubblica parlamentare l’abbiamo inventata noi veneti..è stata copiata dagli inglesi..e gli inglesi hanno scritto sui libri di storia che è stata una loro idea..ahah)

Gli italiani per decenni ci hanno deriso come poveretti..molti per ignoranza, chi sapeva per timore!!!!

Ora il veneto è la locomotiva d’Italia..nel boom di metà anni ’90 era l aregione con incremento pil più alto d’Europa..

Adesso a Roma si lamentano che i nostri imprenditori nn pagano le tasse! Ma perchè dobbiamo pagar loro le tasse? Per mantenere gli stipendi dei parlamentari? Per pagare i falsi invalidi???


LEGGI I COMMENTI (18) - PERMALINK



mercoledì 23 maggio 2007 - ore 03:01


stipendio dei parlamentari
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Andate sul sito di beppe grillo www.beppegrillo.it

lì c’è il final countdown per vedere quanto manca alla pensione per i parlamentari di questa legislatura..ovviamente una pensione d’oro

I parlamentari italiani maturano il diritto alla pensione dopo metà legislatura più un giorno! La legislatura è di 5 anni..quindi dopo 2 anni e mezzo e un giorno loro han maturato il diritto di prendere la pensione!

Questo è il motivo per cui non si sciolgono mai le camere per crisi di governo prima dei 2 anni e mezzo...il governo prodi è su da un anno: vedrete che ancora per un anno e mezzo non ci saranno nuove elezioni!

Dopo questa data tutti i parlamentari avranno maturato la loro pensione e saranno liberi di aprire tutte le crisi di governo che vogliono!!!

Questo è l’italia!!!

Nella Serenissima Veneta Repubblica la vita politica non era affatto un privilegio: chi vi entrava a far parte non aveva diritto non solo ad alcuna pensione..ma nemmeno ad alcuno stipendio! Il politico della Serenissima doveva affrontare ogni spesa di rappresentanza col suo patrimonio!!!

Le cariche erano massimo di sei mesi, onde evitare di lasciare il potere per troppo tempo alle stesse persone alimentando così il ricambio ai posti di comando.
Nessuno poteva rifiutare la carica..era per il bene dello stato..se la rifiutavi ne rispondevi coi tuoi beni! Se venivi eletto avevi meno tempo per i tuoi affari personali..in quei 6 mesi eri un uomo pubblico e dovevi fare i pubblici interessi!!!

Per 6 mesi zero stipendio, spese a proprio carico e vita dedita alla res publica..questo faceva sì che la carriera pubblica fosse poco ambita!!!

Questo era lo stato creato dal popolo veneto che ha dominato per ricchezza e per potenza per più di mille anni in europa

La differenza di stile e di successi raggiunti confrontati con la repubblichetta italiana è abissale!!!

Viva san Marco

LEGGI I COMMENTI (5) - PERMALINK



martedì 22 maggio 2007 - ore 03:46


inizio dell’avventura
(categoria: " Vita Quotidiana ")


si inizia in quest’ora tarda la mia piccola avventura..lo scopo è nobile..vorrei trasmettere a tutti voi il mio stesso amore per il mio popolo, quello veneto, capace di stupire il mondo per laboriosità, capacità ed intelligenza.

Un popolo che ha saputo creare una forma di stato al tempo unica al mondo e poi copiata dall’occidente: la repubblica parlamentare

Uno stato che ha dominato un millennio di storia creando un legame tra oriente ed occidente e ovunque ha suscitato il rispetto per il suo simbolo: il leone alato di san Marco

LEGGI I COMMENTI (7) - PERMALINK