BLOG MENU:
Reddish, 20 anni
spritzina di Este
CHE FACCIO? Non è da questo che si giudica una persona!
Sono single

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]
STO LEGGENDO

Siddharta.La ragazza delle arance. Noi. Un giorno. Walden ovvero la vita nei boschi. L’ultima riga delle favole. Il diario del Vampiro. L’eleganza del riccio. L’isola dei segreti. Non lasciarmi. Un posto nel mondo. E’ una vita che ti aspetto. La schiuma del capuccino. Il linguaggio segreto del corpo. Il meglio di un uomo.

HO VISTO

American Beauty. Il favoloso mondo di Ameliè. Labyrinth. The Dreamers. Romeo e Giulietta. L’altra metà dell’amore. Microcosmos. Lolita. Full Metal Jacket. Pulp Fiction. Appuntamento a Wicker Park. Arancia Meccanica. La meglio gioventù. Mr Nodoby. Into the Wild. SLC Punk. Blood&Chocolate. La regina dei dannati. A good year. I ragazzi stanno bene. Orgoglio e pregiudizio.

STO ASCOLTANDO

Green Day, Subsonica, Placebo, Muse,30 seconds to mars, Nirvana, Afterhours, Verdena, Yann Tiersen,Arctic Monkeys, David Bowie, Avril Lavigne, The Bravery, Metric, Kleerup, The Hives

ABBIGLIAMENTO del GIORNO



ORA VORREI TANTO...

Andare a pranzo con David Bowie. Io mangio. Lui canta per me con la sua voce ambigua e profonda.


STO STUDIANDO...



OGGI IL MIO UMORE E'...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata

Sono una sognatrice da sempre.
Ma adesso, Dreams MUST BECOME my Reality.
Ho 20 anni, adoro fotografare, adoro la Natura, i Libri, la buona cucina, e sono affascinata dal genere umano.


(questo BLOG è stato visitato 334 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



domenica 25 settembre 2011 - ore 02:10


Le domande di Brian
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Salve a tutti, Padovani e non!
Oggi , o meglio stanotte (sono le 1.52 , ormai è domenica..) sono qui per parlarvi dell’ultimo libro che ho letto.

Il suo nome è "Starter for ten" che è stato ovviamente tradotto ed in modo diverso in italiano con " Le domande di Brian ".
A me non dispiace come titolo in fondo. L’autore è David Nicholls che ha scritto anche il bellissimo e famoso "One Day".
Ne hanno tratto anche un film nel 2006 che hanno intitolato in modo very patetic a mio parere, "Il quiz dell’amore" (titolo ORRENDO e fuori argomento).

Questo libro è un romanzo scritto in prima persona, e racconta appunto di Brian, un diciannovenne che parte per il College e che possiede (oltre ad un’esageratissima acne e un aspetto non proprio attraente) una singolare caratteristica che lo contraddistingue dalla maggior parte dei suoi coetanei:
Sa tutto. O quasi.
Sa tutto intellettualmente parlando.
Sin da piccolo Brian si convince che attraverso la conoscenza potrà ottenere qualunque cosa nella vita e ne fa il suo scopo.
Arrivato al college decide di partecipare al quiz televisivo "University Challenge", tappa sognatissima da Brian, ma le cose iniziano a precipitare prima lentamente, poi sempre più drasticamente dopo il suo incontro con la facoltosa, bellissima, impossibile Alice ed il conseguente innamoramento di Brian per lei.

Questo libro mi è stato consigliato da una fanatica lettrice compulsiva che pubblica video su youtube (bluebeam310) .
Nonostante possa sembrare abbastanza visto (e lo è in effetti) lo stereotipo del brutto sfigato secchione (Brian non è secchione, è enormemente acculturato) che si innamora della bella dell’istituto, Le domande di Brian, secondo me non racconta semplicemente questa storia, ma Nicholls ti trascina dentro il personaggio così bene , che una volta stretto amicizia con Brian non riesci più a lasciarlo andare. Vuoi continuare a leggere, vedere quale sarà la sua prossima figura di merda o sperare, accertarti che non commetta un’altra estenuante gaffe.
Ho cercato molto di capire Brian Jackson, il protagonista.
Innanzitutto ripeto, non è un classico secchione nerd. Brian ha rapporti sociali, amici, s’innamora e prova continuamente a conquistare la sua Dea. Ma nulla sembra bastare.
Quello che mi sembra di più di captare da questo romanzo è quanto la sua cultura spropositata in realtà sia una nullità o quasi di fronte all’approccio con il prossimo. Nulla di ciò che sa, neanche i poeti a cui tanto s’ispira o la letteratura , possono salvarlo da sè stesso e dagli errori UMANI che continua a commettere: Brian puntualmente dice sempre la cosa sbagliata, nel modo sbagliato e nulla di ciò che sa può salvarlo dalla vergogna e senso di inadeguatezza che sembra perseguitarlo e abbracciarlo in tutto il corso della sua vita.
"Le Domande di Brian" sembra toccare in modo solo apparentemente leggero (è quasi sfiancante fare compagnia al protagonista, ma non puoi lasciarlo solo!) il ’senso della vergogna’ che accompagna l’essere umano , come disse la ragazza che consigliò il libro. Probabilmente per Brian più esasperata che per altri ma comunque rappresenta bene la sensazione di inadeguatezza che tutti nella vita, chi più chi meno, proviamo di fronte al prossimo o nelle situazioni in cui siamo in preda alle emozioni, o stiamo lottando per qualcosa. Come l’amore, anche. Perchè no?

Consolatorio, comico, tragicomico, e soprattutto autoironico.
Ve lo consiglio.



LEGGI I COMMENTI (2) - PERMALINK



sabato 3 settembre 2011 - ore 14:10


Mr Nobody
(categoria: " Cinema ")


Più o meno lo scorso inverno ho avuto l’occasione di imbattermi in questo film che è davvero una bella gatta da pelare.
Il suo titolo è " Mr Nobody", anno 2009, diretto da Jaco Van Dormael.
Il protagonista è il famoso frontman dei 30 seconds to mars e attore Jared Leto, e fra i personaggi vi è anche la bellissima Diane Kruger.
Questo ambiguo ed enigmatico film, sia chiaro, è stato totalmente snobbato in Italia quindi vi potrete godere queste 2 ore soltanto con i sottotitoli in italiano.
<Mr Nobody è l’ultimo essere umano mortale rimasto sulla Terra. Tutti gli altri appartengono ad una nuova razza immortale. Attraverso il racconto ricco di flashback della sua esistenza, per un giovane giornalista giunto a trovarlo, scopriamo che Mr Nobody sembra aver vissuto più vite. E per tutto il film non si fa altro che chiedersi: ma qual è quella GIUSTA? Quella VERA? Quali di queste vite ha vissuto veramente Mr Nobody?>
Ho speso moltissimo tempo ad interrogarmi sul significato di Mr Nobody e sulla simbologia che racchiude in molti tratti, ma quello che ne ho ricavato è che probabilmente è un’intrigante storia su quanto, ogni piccola, singola decisione possa farci intraprendere con ingenua inconsapevolezza una strada e una vita totalmente diversa da un’altra. Può sembrare non originale, certo. Quante volte chiunque probabilmente ci avrà pensato a questo? Ma a mio modestissimo parere, questa storia prende questo pensiero comune, su cui tutti almeno una volta hanno riflettuto, e lo trasforma in pellicola in modo per niente banale, con una buona fotografia e dialoghi intriganti e mai effimeri. Finalmente, lo possiamo vedere realizzato. Possiamo vedere la vita di un bambino, uno qualunque, come lo siamo stati noi, cambiare, cambiare, e ricambiare e snordarsi tra mille percorsi più e più volte (le storie nel film sono parecchie) a ogni decisione.
Alla fine credo che il film e tutte le sue storie/strade sviluppate siano solamente la proiezione di ciò che il protagonista bambino potrebbe vivere. Finchè non sceglie, appunto, tutto è possibile. Così come tutte le vite che vivremo in questo film.
E’ angosciante pensare a quanto potremmo essere più felici, appagati, se avessimo cambiato anche solo una cosa della nostra vita o a quanto invece forse siamo fortunatissimi già così, ora. Ma cosa possiamo fare, nella nostra tenera ingenuità se non scappare ogni giorno da tutto oppure scegliere, sperando che sia il bene superiore per noi stessi?

Voi l’avete visto? Cosa ne pensate?
Intanto vi lascio il trailer, doppiato da qualche ragazzo in italiano a differenza del film.






LEGGI I COMMENTI (4) - PERMALINK



venerdì 2 settembre 2011 - ore 12:29


WELCOME
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Benvenuti in questo blog.
Siccome sono pigra e a dire il vero non mi ci trovo molto bene rispetto ad altri nel modificarlo, non credo pubblicherò molte cose.
Ma visto che volevo avere un profilo, ho pensato di aggiungere qualcosina su di me lo stesso.
Per ora mi hanno contattata molte persone. Il 70% erano pervertiti che mi chiedevano se ero d’accordo con le avventure di una notte oppure ’quanto sono alta?’ in modo morboso. Ma essendo una sognatrice indistruttibile, non mi metterò certo a pensare male di ognuno di voi. Intanto, vi lascio questa canzone che mi ha fatto conoscere un mio caro amico.




LEGGI I COMMENTI (3) - PERMALINK



Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:




BOOKMARKS


Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!

UTENTI ONLINE:



DICEMBRE 2019
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31