BLOG MENU:
Mago G, 24 anni
spritzino di Padova
CHE FACCIO? Non è da questo che si giudica una persona!
Sono sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]
STO LEGGENDO

libri, fumetti, il venerdi di repubblica, gli orari in stazione, storie, racconti, pezzi di vite, le insegne luminose al neon anche quelle piu’ kitch e gli occhi delle persone.

HO VISTO

una volta ho visto in centro a Roma un uomo che si calava i pantaloni e si accucciava per fare la cagata probabilmente piu importante della sua vita...ho visto il terrore nei suoi occhi quando ha capito che i tempo li aveva finiti...


STO ASCOLTANDO

sto ascoltando poco...devo imparare a farlo meglio e piu spesso ma mica solo con le orecchie.

ABBIGLIAMENTO del GIORNO

e che ne so?! dovrò mica cambiare tutti i giorni sta cosa io?

ORA VORREI TANTO...

sapere perche’ il mio barbiere quando mi taglia i capelli me li lascia sempre piu lunghi di qua.

STO STUDIANDO...

no

OGGI IL MIO UMORE E'...

stabile...

ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata


(questo BLOG è stato visitato 769 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



venerdì 5 gennaio 2007 - ore 21:07


CENERANTOLA
(categoria: " Riflessioni ")


c’era una volta in un paese che si chiamava Paitone
una giovane ragazza che di nome faceva Guglielma Bavosa.

Guglielma viveva in un monolocale in affitto e male arredato
che aveva spifferi da tutte le parti, riscaldamento centralizzato
impianti del ’48 e bagno esterno che la costringeva anche nelle
serate piu rigide ad andare a fare i (per cosi dire) "bisogni" di fuori in un cesso chimico messo a disposizione dal proprietario dello stabile.

A causa di questo inconveniente e anche dal fatto che a Paitone raramente la temperatura era mite Guglielma aveva sviluppato una raucedine cronica che la portava ad avere un tono di voce molto particolare, molto profonda e mascolina, a tratti rantolosa che negli anni le valse il soprannome di CENERANTOLA.
Nonostante l’appartamento osceno la voce rantolosa i capelli radi e la pelle squamosa Cenerantola viveva bene con se stessa perche’era un inguaribile ottimista.
Tutti i giorni Cenerantola - Guglielma bavosa alle sei e mezza di mattina si svegliava con il sorriso sul viso dolce per prendere il bus delle sette e recarsi alla Iveco dovelavorava come operaia di catena.
La vita di Cenerantola sarebbe stata perfetta cosi’ ma un giorno vennero affiancate alla nostra cenerantola due sorellacce gemelle alte,bionde con gli occhi chiari ma il cuore piu nero della pece;
il loro nome era Cris and Cris.
Esse si divertivano a schernire la nostra cara Cenerantola dicendole: "ahah non diventerai mai famosa perche’ quando parli rantoli"

Cenerantola ne ebbe molto a male e lei
che fino a quel momento non aveva nemmeno pensato di poter entrare nello showbiz decise che forse era il caso di far vedere a quelle due saccentelle cosa potevan fare l’ottimismo e la determinazione.

cosi corse fuori dalla fabbrica in preda alla fretta di dimostrare chi fosse ma scendendo dallo
scivolo di entrata inciampo’ sulla scanalatura per lo scolo dell’acqua e perse una scarpa.
antinfortunistica numero 42.
ma aveva troppa fretta e cosi decise di vagare e non pensare alla scarpa.

Sapeva a che porte bussare e avrebbe fatto di tutto per far gettare merda addosso alle due stronze.
E cosi’ vago’ giorni e giorni..... e vaga e vaga e bussa e bussa ma nessuno voleva ascoltarla perche’
la sua voce era effettivamente troppo troppo brutta per comunicare efficacemente. e poi diciamola tutta
il calzino in vista non era per niente elegante.
Ma proprio quando l’ottimismo stava per venire a meno arrivo’ dalla corsia opposta una panda.
La panda accosto’ e dal suo interno spuntò un giovane dallo sguardo fiero capello mosso e dal naso capiente. Il suo nome era Lapo Elkan. Lapo teneva che teneva in mano la scarpa di Cenerantola
disse: "ciao! sono lapo elkan e voglio visto che ho trovato la tua scarpa e sono proprietario della Iveco voglio farti un regalo:
io con la polverina magica posso far tutto dimmi in cosa posso esserti utile"

Cenerantola dopo aver spiegato tutto a Lapo rimase in attesa di una risposta.
e Lapo dopo averci pensato su un po’ disse: "HO UNA SOLUZIONE TI FARO’ CRESCERE I BAFFI!"
e Cenerantola: "SI! EVVIVA!" ma poi ripensandoci non capiva bene....pero’ disse dentro di se’
"vada come vada".
E cosi’ con due bei baffoni la voce prepotente e Lapo da menager Cenerantola cominciò una lunga carriera da televenditore sotto lo pseudonimo di baffo da crema.
E vissero tutti felici e contenti tranne Cris and Cris che erano state sbeffeggiate.






LEGGI I COMMENTI (2) PERMALINK



Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:




BOOKMARKS


Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!

UTENTI ONLINE:



OTTOBRE 2020
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31