BLOG MENU:



knippo, 27 anni
spritzino di Padova
CHE FACCIO? graFIKO creaTINO
Sono single

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]


STO LEGGENDO

Il nuovo catalogo IKEA




HO VISTO

- Alla rivoluzione sulla 2CV
- Vacanze romane
- Alfie
- Slevin
- Bianco rosso e verdone
- Cars
- Clerks
- Profumo
- Il diavolo veste prada
- Fur

STO ASCOLTANDO

Polysics, Anathema, Tiamat, A Perfect Circle, Telepopmusik, Client, The future sound of London, System of a Down... e una valanga di INDIE che non sto a citarvi!

ABBIGLIAMENTO del GIORNO



ORA VORREI TANTO...



STO STUDIANDO...



OGGI IL MIO UMORE E'...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata

Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:


:: in ordine analfabetico ::

Volstagg trimball Worldout Papez LaSaMy animanera kais mist LogX
magicpie Molectra momo valeee jamaicacri mayamara Blondy siriasun beerbante sanja sweety_ Pol-fujiko Leuconoe AtomoZero Zerocool Pesciolino Tobor Daunt Shamee mary84 sabry8 ash2ashes joku11 Bonsai Nookie eleofora Raziel

BOOKMARKS


:: knippo(dot)org ::
(da Lavoro / domanda e offerta )


UTENTI ONLINE:




(questo BLOG è stato visitato 10283 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



mercoledė 8 novembre 2006 - ore 10:06


muhauhauahuah
(categoria: " Vita Quotidiana ")


Dante, Petrarca e Boccaccio vanno in un’osteria. dopo varie trincate,
donnacce ed abbondante libagione. Dante sente impellente il richiamo
della natura. Va al cesso a defecare e poi, orgoglioso della propria
creazione lascia una scritta per i posteri: "In questo posto che di
merda č asilo, ho fatto uno stronzo di almeno un chilo. Dante
Alighieri". Dopo un po’ anche Petrarca sente il bisogno d’assentarsi.
Giunto al luogo ameno legge la frase del collega e, punto nell’orgoglio,
si sforza il pių possibile per essere in grado anch’egli di lasciare ai
posteri un verso degno della propria grandezza: "Per non essere di meno
alle rime tue, ho fatto uno stronzo che ne pesa due! Petrarca". Passa un
po’ di tempo ed anche Boccaccio sente un certo stimolo. Giunto ai
servizi legge i versi dei propri compari ed impallidisce. Possibile? Si
mette d’impegno ma per quanto si sforzi non riesce a produrre pių che
qualche stronzetto. Si decide comunque a lasciare anch’egli il proprio
contributo letterario: "Per fare stronzi di sė tale peso, bisogna per lo
meno aver il culo offeso. Boccaccio".

LEGGI I COMMENTI (5) PERMALINK



APRILE 2020
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30