BLOG MENU:


galvan, 36 anni
spritzino di buona volontà
CHE FACCIO? do i numeri a spizzichi e Bocconi
Sono sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]


STO LEGGENDO



HO VISTO

e non voglio dimenticare.

STO ASCOLTANDO

L’integrale delle opere per organo di Bach suonate da Simon Preston.

ABBIGLIAMENTO del GIORNO



ORA VORREI TANTO...

eh, cazzo, sì.

STO STUDIANDO...

Appunti per lezioni, libri adottati e collaterali, e-mail di allievi e di colleghi, regolamenti di condominio e estratti conto.

OGGI IL MIO UMORE E'...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


1) Dimenticare
2) veder morire la goliardia
3) Essere beccati dall'autovelox due volte nella stessa sera!!!
4) i siti ottimizzati per explorer

MERAVIGLIE


1) insegnare
2) ...Trovare il semaforo verde alla Stanga
3) Svegliarsi con la convinzione che sia ora di alzarsi, guardare la sveglia ed accorgersi che invece mancano due ore...
4) la sicurezza che c'è qualcuno sempre disposto a ascoltarti e crederti.
5) vedere attorno a te le persone a cui vuoi bene che ti guardano con ammirazione... e sapere di aver fatto tutto quello che potevi per meritartela





(questo BLOG è stato visitato 24469 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]





mercoledì 1 giugno 2011 - ore 12:46


Tutto è del Duca
(categoria: " Riflessioni ")


Sono convinto che non sia un caso. Dopo mesi che non riuscivo a occuparmene, ieri (prendendomi per una volta un paio d’ore di tregua dalle tesi dei miei laureandi, unica e obbligata lettura negli ultimi due o tre mesi) ho dedicato i viaggi per e da Milano al riordinamento della discografia di Georges Brassens. Ciò mi ha dato l’occasione di riascoltare una splendida canzone di Charles Trenet (della quale ho una registrazione di un duetto con Brassens) che si intitola "Tout est au Duc", cioè "Tutto è del Duca", della quale avevo già notato l’interessante adattabilità alla nostra povera Italia. Ve ne cito la traduzione, suggerendovene l’ascolto alla prima occasione.
La nave accosta al molo: sono invitato presso il Duca di Montmorency, che abita qui. Castello, ville, dimore superbe, giardini fioriti, elegante acquedotto, giovani volatili che zampettano tra l’erba: tutto questo è del Duca e sugli scalini della gradinata dodici lacché cantano a distesa:

"Attenzione! Qui tutto è del Duca, signore, tutto è del Duca. Ha milioni di ducati tutti per sé, ah, signore, è veramente folle ciò che il Duca ha! Il Duca ha tutto, signore, per essere un uomo felice, ma il Duca è molto infelice: da vent’anni ha perso i suoi capelli, è nervoso, è nervoso e noi cerchiamo, invano, un qualche trucco per far venire su i peli del Duca."

La sera si tiene una grande cena, perché il Duca, a caccia, ha ucciso camosci, gazze, lucertole. La Duchessa è una giovane fanciulla che non ha più di venti primavere ed io sono tutto in fiamme e non riesco più a trattenere il mio cuore che batte. Ma sugli scalini della gradinata gli stessi lacché cantano a distesa:

"Attenzione! Qui tutto è del duca, signore, tutto è del duca. Uccide le persone che osano dare del ’tu’ alla sua donna, ah, signore, è veramente folle quanto il duca uccide! Il Duca ha ucciso già più di trenta rivali, ha spappolato il loro cervello. Allora, tanto peggio per voi, signore, se siete troppo audace: sappiate, ahimé, che si può diventare eunuco, per aver incontrato il piede del Duca."

Quanto tornai al castello mi si disse subito: "Troverete qualche cambiamento, dopo venticinque anni!" Documenti da timbrare, ufficiali giudiziari terribili, pignoramenti di esattori, muri scrostati, cose incredibili, che desolazione tutto ciò! E sugli scalini della gradinata un solo pulcioso canta a distesa:

"Disinganno! Qui niente è del Duca, signore, niente è del Duca. La sua pupa gli ha mangiato tutti i soldi, ah, signore, è veramente folle ciò che il Duca non ha! Il Duca non ha nulla, signore, le nostre braghe sono rattoppate, le nostre mutande sono tutte lise, abbiamo fame, siamo capaci di tutto e se lui non ha nulla, più nulla di nulla, sarà il caso che falciamo la sua parrucca e ci abbufferemo dei peli del Duca."
Ciò detto, attenzione a cantare vittoria: è proprio adesso che comincia il bello. Magari il giaguaro è smacchiato, ma finché non gli limiamo le unghie e non lo riportiamo nel suo giusto habitat, non è il caso di gongolare sugli allori.

COMMENTA (0 commenti presenti) PERMALINK



DICEMBRE 2019
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31


Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


BLOG che SEGUO:


[ Amici e affini: ]

calimero fret quaela vetia

[ Conoscenti e bella gente in genere: ]

[kbl]sandy centipede ceres cherry-lyn cia2003 dott.ssa_i entropia fabio gatsu81 giuseppino gwen jadepeg jashugan la donky laurina lazzaro leonida lordzoster lucadido marrabbia momo nickyts ninfea pippiri quaela vane82e61 viper void
25 akirafudo beatrix_k girella vampina

[ e con blog in sonno: ]

albxxx ayeye barotropico bibbo chobin chrisrubio dade666 dark night emmabovary genjosanzo gino pongo goku ilbello kabiria77 miss lsdn sailei temporale zilvio

[ Visitatori sporadici ma sempre graditi - conoscenze virtuali: ]

dr remengo erpo jslf maryz phelt shannara thewolf trap
(e senza blog o quasi:
banshee cedric emily fly misash)


[ Un dovere morale: ]

casbah


BOOKMARKS


La Pagina di Gino
(da Pagine Personali / HomePage )
Dilbert
(da Tempo Libero / Umorismo e Satira )



UTENTI ONLINE: