BLOG MENU:
m.organ, 27 anni
spritzino di OZ
CHE FACCIO? ascolto einaudi, brindo alla vita che scorre via
Sono single

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]



Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG


STO LEGGENDO

--how to be good - nick hornby
(in inglese)
--un libro su gesù





HO VISTO

la gente abituarsi a qualsiasi dolore, a qualsiasi situazione senza ribellarsi. meglio abituarsi.

STO ASCOLTANDO

blonde redhead,cristina donà, bach, ludovico e ludvig, vinicio capossela ora yann tiersen
ti piacciono le riviste di meccanica?

ABBIGLIAMENTO del GIORNO



ORA VORREI TANTO...

preparare la valigia...

STO STUDIANDO...



OGGI IL MIO UMORE E'...

come sempre allegro con tendenze suicide ma con stile.

ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata


BLOG che SEGUO:




BOOKMARKS


Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!


UTENTI ONLINE:




(questo BLOG è stato visitato 5550 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]

OTTOBRE 2019
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31


Thursday, December 17, 2009 - ore 08:34


quante volte mi sono perso...
(categoria: " Vita Quotidiana ")


i tuoi piedi freddi che si sfregano di continuo prima di cadere addormentata, quando dici che il natale è solo con la neve e che londra non ti manca neanche un po.
perchè poi là mica nevica...

probabilmente avevo deciso di accettare questo trasferimento perchè niente mi teneva incollato a casa.
che per me è solo un concetto astratto, un non luogo, solo uno stato della mente lo sai.
come sentire l’odore del legno.
come sentire l’odore del mare.
come sentire il profumo della tua pelle.
questa è la mia casa.

ora tu stai dormendo, io in piedi davanti alla finestra guardo la neve che scende e vedo le macchine proseguire a stento, ecco mi sento così.
mi volto e mi perdo nei tuoi lineamenti, il tuo volto è sereno e un ciuffo ti bacia la guancia, non smetterò mai di dirtelo quanto sei bella.
poi penso che a migliaia di chilometri mi stanno aspettando e non ho ancora trovato il coraggio di dirtelo.
mi domando se andare è quello che voglio, mi chiedo se esiste un destino già scritto per poterlo leggere, così in qualche modo non mi sentirei l’artefice delle mie scelte.
sono sempre stato molto coraggioso sai...
la neve scende piano e copre ogni cosa.
e in questo momento anche dentro di me è tutto bianco e freddo.

LEGGI I COMMENTI (2) PERMALINK