BLOG MENU:


NOFUTURE, 36 anni
spritzina di padova
CHE FACCIO? Altro...
Sono sistemato

[ SONO OFFLINE ]
[ PROFILONE ]
[ SCRIVIMI ]


STO LEGGENDO

UN NUMERO IMPRECISATO DI LIBRI...CONTEMPORANEAMENTE!

HO VISTO

IL SOLE CHE NON SMETTE DI BRILLARE ED I COLORI CHE NON SBIADISCONO MAI

STO ASCOLTANDO

LE VOCI SORDE DI CHI NON RIESCE A GRIDARE PIU’ FORTE

ABBIGLIAMENTO del GIORNO

ABITI COLORATI

ORA VORREI TANTO...

COME DICONO TUTTE LE MISS DEL MONDO LA PACE IN TERRA

STO STUDIANDO...

quello che mi circonda

OGGI IL MIO UMORE E'...

OTTIMO

ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...



ORA VORREI TANTO...







PARANOIE


Nessuna scelta effettuata

MERAVIGLIE


Nessuna scelta effettuata


(questo BLOG è stato visitato 793 volte)
ULTIMI 10 VISITATORI: ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite, ospite
[ ELENCO ULTIMI COMMENTI RICEVUTI ]



SONDAGGIO: SECONDO TE QUEL CHE FARAI NELLA TUA VITA PUÒ CAMBIARE IL MONDO CHE TI CIRCONDA?


se tutti, chi pià chi meno, si lamentano di come va il mondo, chi potrà cambiarlo?
tutti un po?!!!

non credo. io cambio solo ciò che mi riguarda!
si, forse cambierà qualcosa per chi mi conosce
certo. io posso migliorare la mia piccola fetta di mondo
nulla cambia! oramai si percorrono strade gia percorse.

( solo gli utenti registrati possono votare )

giovedì 31 luglio 2008 - ore 17:23


2a puntata
(categoria: " Riflessioni ")


- lì è la mia auto. La tua?-
- Cris…sono a piedi da più di due mesi! E tu sei completamente fuori! Poche volte ti ho visto così turbata! Fai questo lavoro da tanto eppure non hai fatto ancora il callo a certe situazioni! Poi gli adolescenti…-
non mi sono accorta di quanta strada ho fatto. Mi sono seduta alla guida della mia auto ed ora sono davanti al parcheggio di casa. Non devo aver detto una parola… credo di essermi persa una buona parte del discorso della mia migliore amica.
-Mio Dio!!! Il giardino di casa e tutto pieno di luci! Sono le luci di Natale! Che bello!! Hanno contornato la casa di luminarie!-
-i nostri uomini si sono messi d’impegno questa volta! Cris… hai notato il vialetto davanti l’entrata di casa? Sembra che abbiano segnato con le candele un percorso…-
-credo che dobbiamo seguirlo, Su! È proprio meraviglioso!-
-chissà cosa penseranno i vicini||…per il Natale mancano ancora tre mesi!-
-Susi muoviti- quelle luci nel buio della sera, avevano completamente rischiarato le mie oscure inquietudini. Forse avevo trovato i miei palloncini colorati!
Quasi correndo mi precipitai all’ingresso di casa mia, seguendo il percorso di lucine che portava direttamente in cucina. La casa era al buio, ma piena di candele accese disposte poeticamente, su ogni mobile e ripiano disponibile. C’era una fragranza gradevolissima, credo di fiori. Chiusi gli occhi per profumarne l’essenza. La casa sembrava deserta. Niente rumori ne indizi di oggetti fuori posto. Il percorso illuminato terminava davanti alla penisola della cucina. Sopra c’erano sistemati due abiti da sera, uno per me ed uno per Susi. Non c’erano dubbi: sul nero c’era appoggiata la mia collana di perle e sull’abito rosso c’era la spilla, regalo di nozze di Susi. A terra, rispettivamente, c’erano le scarpe nere che, entrambe, usiamo indossare nelle occasioni speciali.
Era un occasione speciale dunque! Restai un attimo incantata, immobile nella mia cucina e sorrisi, dentro il mio cuore e sul mio viso.
Questa sera avevo altro da fare e le formiche potevano mangiare in pace: era festa!
-Guarda! È bellissimo e mi sta a pennello! Incredibile! Marco ha azzeccato la mia taglia… è bello scollato! L’ha comperato per sé…hai capito il tipo! Posso cambiarmi qui?...aspetta, accendo la luce-
-No! Non accendere! Non ce n’è bisogno. Cambiati pure, anch’io lo farò qui. Se ce li hanno lasciati qua, forse non vogliono che andiamo altrove… Giorgio ha dei gusti splendidi. Guarda che abito!!- lo prendo tra le mani come se stessi maneggiando un drappo di seta. Non so se è l’emozione, ma non capisco la forma che ha…senza maniche ne bretelline… mi spoglio e lo indosso. Si lega al collo e lascia spalle e schiena completamente scoperte. Il reggiseno stona, così lo tolgo. L’abito è a corpo, come cucito indosso, fino alla vita. Poi cade morbido allargandosi ai fianchi. Sulla gonna, fino al ginocchio, spiccano dei ricami di rose, lucidi, nero su nero. Mi metto la collana di perle ed allaccio alla caviglia le scarpe col tacco a spillo. Anche Susi è pronta ed è veramente bella!
-ti sta meravigliosamente bene il rosso e poi quella scollatura generosa al seno credo che allieterà la tua serata!-
-quella di Marco vuoi dire!! comunque non posso negare che ha avuto buon gusto! Anche tu non sei niente male, Ora non ci resta che sistemarci il trucco e poi siamo pronte. Dove andiamo?-
-Vai pure nel bagno qui, c’è tutto l’occorrente-.
Morivo dalla voglia di incontrare Giorgio.
Entrai in bagno e velocemente mi diedi una risistemata. Fortunatamente ero andata qualche ora prima dal parrucchiere. A pensarci bene, era stato proprio lui ad insistere che fissassi un appuntamento per oggi. In quel momento sentii una musica d’altri tempi, era jazz languido. Guardandomi allo specchio mi piacevo. Non era l’abito ne il trucco, ma la gioia che irrompeva persino sui lineamenti del mio viso.
-Dai muoviti! Sento della musica che proviene dal retro. Criiss!!! HAI FATTO?!-
Raggiunta Susi, ed aprimmo la porta della cucina che da sul retro della casa. C’erano delle rose sparse a terra. Oh cielo…erano lì ad indicarci la strada. Le lucette di Natale erano sistemate persino sulla siepe che divideva la nostra proprietà da quella di Susi. Camminavo lentamente per non perdermi alcun particolare mentre Susi mi faceva ripetuti cenni perché mi affrettassi. La musica si udiva sempre più nitida e trascinante. Eccolo! Giorgio era lì, in piedi ad aspettarmi…


COMMENTA (0 commenti presenti) PERMALINK



Solo in questo BLOG
in tutti i BLOG

BLOG che SEGUO:




BOOKMARKS


Nessun link inserito: Invita l'utente a segnalare i suoi siti preferiti!

UTENTI ONLINE:



GIUGNO 2020
<--Prec.     Succ.-->
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30